Pinoli: proprietà e valori nutrizionali

pinoli

Pinoli, sono semi anche se molto particolari, famosi più di altri e con speciali particolarità che stiamo per conoscere. Oltre al gusto, naturalmente, che pochi non conoscono e non apprezzano. Non tutti i semi sono commestibili, questi sé e a produrli è di solito il pino domestico, detto anche, più correttamente, Pinus pinea.



Senza conoscere il nome scientifica, probabilmente molti di noi, me compresa, in particolare sulla riviera ligure, ha raccolto pinoli passeggiando affianco a questi begli alberi, magari per gioco, magari per golosità. Ora, conoscendo proprietà e benefici di questo ingrediente, potrà farlo anche come “cura naturale”.

Pinoli: proprietà

Ciò che il pinolo ci fornisce sono una serie di sostanze in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi, quindi a rallentare l’invecchiamento, questo è solo uno dei tanti motivi per cui questo tipo di semi è considerato prezioso per la salute. In particolare, su questo aspetto, ad agire sono le vitamine presenti e la luteina, quest’ultima, oltre a proteggere le cellule dall’azione dei radicali liberi, fa bene anche alla vista.

Anche a chi non teme l’età che avanza, i pinoli risultano utili perché forniscono energia senza aumentare il senso di fame: non è una magia ma l’azione dell’acido pinolenico e di altre simili sostanze che fanno in modo che alcuni ormoni vadano a limitare lo stimolo della fame. Per un tempo opportuno per arrivare al pasto successivo, non per ore ed ore!

pinoli

Pinoli: valori nutrizionali

Ricchi di proteine e di fibre vegetali, i pinoli sono semi molto preziosi perché contengono una vasta gamma di elementi nutritivi che ci servono ogni giorno e ci aiutano a mantenere o a raggiungere uno stato di benessere.
Ad esempio contengono parecchio zinco, vitamina B2 in abbondanza e potassio, e poi anche calcio, magnesio, vitamina E e ferro. Sono frutta secca e spesso vengono mangiati assieme ad altri colleghi con cui hanno in comune l’alto contenuto di sali minerali e di alcuni amminoacidi essenziali.

Pinoli: calorie

Tutta questa ricchezza nutrizionale si paga con un contenuto calorico non basso: 135 grammi di pinoli, di solito il peso di una confezione, contengono 909 calorie. Per quanto riguarda la composizione dei pinoli, possiamo notare la prevalenza di Proteine (31 g) e di Carboidrati (18 g), e poi 5 gr di Fibre. Zero Colesterolo.

Pinoli: benefici

Il pinolo ci può aiutare grazie ai suoi poteri antiossidanti e ai benefici che apporta al sistema cardio-vascolare. Non è finita: ci sono molte “scuse” per fare una scorpacciata di pinoli, ad esempio il voler regolarizzare l’attività intestinale, liberandosi anche delle tossine accumulate. Ottimi sono quindi per chi soffre di stitichezza, ma anche per chi ha il colesterolo alto perché l’acido oleico è proprio quello che ci vuole.

Alle donne i pinoli riservano la vitamina K che rende meno difficili da sopportare i crampi mestruali oltre a contribuire a migliorare la circolazione del sangue. Spunta un’altra vitamina, la C, e il suo “compito” è rafforzare il sistema immunitario, la D a sua volta agisce sulle ossa. Come ho già accennato, anche se siamo sani e robusti e atletici, possiamo benissimo dire che mangiamo pinoli perché sono una potente fonte di energia.

Pinoli tostati

La maggior parte delle volte, sui ripiani dei negozi, che siano grandi o piccoli, troviamo i pinoli tostati, in vaschette o sacchetti. Fortunato chi li può raccogliere nel proprio giardino, ma io non sono in questa situazione come immagino molti di voi. Allora, con in mano i nostri pinoli tostati, ce ne sono anche bio, conserviamoli in un luogo fresco e asciutto e resteranno anche 3 o 4 mesi. Occhio alla data di scadenza.

pinoli

Pinoli: ricette

In Italia le ricette che contengono pinoli sono moltissime, le più tipiche e le più note sono quelle del Pesto alla genovese e del Castagnaccio. Salato e dolce, per tutti i gusti.

Non è l’unica, la nostra cucina, ad utilizzare questo ingrediente per rendere speciale il proprio menù tipico, to ritroviamo in piatti ben diversi da quelli a cui siamo abituati, anche in Nord America, Asia e Africa, e ovviamente nelle ricette dei paesi nostri vicini di casa, in Europa. Nelle cucine dei paesi mediterranei, sono le salse e le insalate ad ospitare spesso questi semi magici.

pinoli

Pinoli: prezzo e dove comprarli

Trovarli di alta qualità non è difficile, anzi, soprattutto in Italia dove li amiamo e li usiamo molto. Se però vogliamo acquistarli dalla scrivania, possiamo trovarli anche su Amazon, a meno di 10 Euro, una confezione da 150 grammi è nostra e sono quelli di origine mediterranea.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest 

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 24 novembre 2016