Piante pendenti

Piante pendenti

Piante pendenti: elenco e come coltivare le piante ricadenti sul balcone o in casa. Dalle sempreverdi a quelle che producono molti fiori.



Si chiamano piante ricadenti ma sono conosciute con i nomi più disparati: piante pendenti, piante cadenti o addirittura piante cascanti. Con questi nomi si indicano le piante che presentano getti o fiori che, prosperando, pendono dal vaso in cui sono coltivate.

Le piante pendenti sono numerose e appartengono a diversi generi e specie. La gran parte sono erbacee ma non mancano piante ricadenti di tipo arbustivo. Non mancano piante grasse ricadenti come la Schlumbergera (cactus di Natale) o il cactus di Pasqua (Rhipsolidopsis) che possono essere considerate delle ottime piante ricadenti da balcone.

Vasi per piante pendenti

Se stai pensando di coltivare una pianta cascante, cioè con getti lunghi e penzolanti, farai bene a considerare la scelta di un vaso più adatto allo scopo. Se vuoi coltivare la pianta cascante in balcone, puoi scegliere i classici vasi, al contrario, se intendi coltivare piante pendenti in casa, magari nella rampa di scale, sulle mensole della cucina con vasi appesi al soffitto, puoi scegliere dei cestini più che dei vasi.

Le piante ricadenti riescono a mostrare in pieno il loro splendore quando poste NON a ridosso di una parete, così possono prosperare a 360° e proiettare i getti ricadenti lungo i margini dell’intero cestino.

Per fare questo, dovrai scegliere un vaso molto leggero e dotato di un gancio. Puoi anche optare per una rete metallica, un cestino di vimini o un vaso specifico per piante ricadenti dotato di una catenella o supporto per essere agganciato a parete o soffitto.

pianta cascante

Per esempio, nella foto in alto sono mostrati diversi vasi che hanno sia la base per comportarsi da vasi di “appoggio” sia delle catenelle e un gancio per trasformarsi in vaso pensile, perfetto per esaltare la bellezza delle piante ricadenti. Il vaso in questione si chiama “Yunhigh” e un set da due è proposto su Amazon al prezzo di 16,99 euro con spese di spedizione gratuita. E’ disponibile in varie colorazioni, ha un diametro di 22 cm e per tutte le informazioni ti invito a visitare la pagina Amazon di riferimento: Yunhight Set 2 Cestini.

Se hai già un bel vaso che si abbina bene al tuo arredamento, puoi costruire tu stesso un sistema di supporto sfruttando delle corde intrecciate con un anello metallico. In alternativa puoi acquistare dei portavasi pensili da appendere al soffitto o alle pareti. Anche in questo caso, per completezza, ti invito a dare un’occhiata a un prodotto Amazon: Portavaso pensile. Qui un set da due è proposto al prezzo di 11,99 euro. Il risultato è molto scenografico e di certo avere un porta-vaso in corda con un vaso in gress porcellanato o ceramica, può avere un effetto scenico di grosso impatto estetico.

Quelli mostrati sono solo esempi, esistono centinaia di porta vasi pensili o vasi per piante pendenti, quindi hai solo l’imbarazzo della scelta.

Piante ricadenti: quali sono

Dopo aver visto come valorizzare le piante pendenti con dei vasi specifici, vediamo quali sono le piante ricadenti da coltivare sul balcone o dentro casa.

  • Schlumbergera (cactus di Natale)
  • Rhipsolidopsis (cactus di Pasqua)
  • Aporocactus (coda di topo)

Queste sono piante grasse ricadenti, le prime due sono adatte a chi vuole coltivare piante dallo sviluppo contenuto mentre la coda di topo può raggiungere anche dimensioni importanti con getti che si allungano oltre il bordo del vaso anche per un metro!

Si tratta di piante grasse, ma non lasciarti ingannare: queste piante pendenti presentano una bellissima fioritura. l’Aporocactus produce fiori lungo tutta la lunghezza dei getti ricadenti. I due cactus (di Natale e di Pasqua), invece, producono fiori all’estremità della fogliolina apicale… la fioritura avviene durante il periodo delle rispettive vacanze (quindi verso dicembre per il cactus di Natale e verso aprile per il cactus di Pasqua).

Altre piante pendenti di elevata bellezza sono:

  • Zebrina pendula
    adatta anche alle finestre e ai balconi esposti a nord, con poca luce
  • Campanula isophylla
    anche questa pianta non vuole i raggi diretti del sole
  • Columnea x banksii
    bellissima pianta ricadente con getti che possono raggiungere anche 90 cm e fiori colorati rosso-arancio

Tra le altre piante pendenti, non possiamo dimenticare gli evergreen. Se quelle viste prima sono piante ricadenti con fiori, vi sono anche piante erbacee sempreverdi molto eleganti ed ornamentali ma che non producono fiori. E’ il caso della classica edera e della pianta cascante Senecio.

Se sei a caccia di piante ricadenti da balcone, che possano offrire una fitta fioritura, segnaliamo:

  • Surfinia (la Petunia ricadente)
  • Labelia pendula
  • Gerani pargini

Queste piante pendenti sono perfette da coltivare sul balcone e regalano fioriture vivaci e molto fitte. Basterà trattarle bene in termini di concime, terriccio, esposizione e irrigazione.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 Aprile 2019