Petsfestival: la fiera degli animali da compagnia

petsfestival3

Ti consigliamo di leggere il nostro nuovo articolo con informazioni e date aggiornate su Petsfestival 2017

Petsfestival significa animali al centro. Il motto è infatti “insegna ad un bambino a prendersi cura di un animale e avrai piantato il seme per una migliore umanità”. Per imboccare questa strada verso un futuro in cui ogni giorno sia un po’ un “Petsfestival” si può partecipare a questa fiera nazionale degli animali da compagnia il 17/18 ottobre a Piacenza Expo.



Marco Rosetti ci racconta cosa vi possiamo trovare e perché il Petsfestival non è una fiera qualunque.

1) Quando e come é nata l’idea del Petsfestival come fiera degli animali da compagnia?

L’idea del Petsfestival è nata nel 2012 per provare a colmare un enorme vuoto che c’era nel settore degli animali da compagnia. Non abbiamo inventato nulla di nuovo, con Petsfestival, ma sicuramente abbiamo messo a disposizione una professionalità che prima non c’era e che, senza peccare di presunzione, oggi appartiene solo a noi e pochissimi altri. Con Petsfestival professionisti del settore pet hanno la possibilità di dare un servizio sia agli espositori che ai visitatori di grandissima qualità. I numeri di Petsfestival lo dimostrano, come lo dimostra la soddisfazione sia degli espositori che del pubblico.

2) Cos’ha il Petsfestival di speciale rispetto ad una qualsiasi altra fiera degli animali da compagnia?

Sicuramente in Petsfestival c’è maggiore professionalità, si tratta di un evento di qualità e anche di dimensioni che non hanno eguali. Il numero di visitatori di Petsfestival, inoltre, è molto alto: circa 30.000 lo scorso anno e 25.000 nel 2013. In ogni Petsfestival tutto è curato al dettaglio in modo quasi maniacale, non solo a livello di benessere animale, ma anche di presentazione e marketing della fiera stessa.

petsfestival1

3) Quali valori e messaggi vuole trasmettere il Petsfestival ? Come ?

Lo slogan del Petsfestival è “Insegna ad un bambino a prendersi cura di un animale e avrai piantato il seme per una migliore umanità”. Crediamo moltissimo a questo concetto! Invitiamo tutti gli espositori di Petsfestival a fare didattica in primis, e poi a vendere o ad acquistare un animale da compagnia. Moltissime associazioni di settore presenti a Petsfestival tengono seminari, corsi, allestimenti live. Nell’area cani e gatti gli allevatori professionisti non sono lì per vendere cuccioli è vietato dal regolamento – ma per far conoscere al meglio la razza che allevano, disponibili alle tante domande del pubblico del Petsfestival. Anche nell’area degli spettacoli dei cani, dei gatti e dei cavalli, esperti speakers spiegano al pubblico le varie discipline che si susseguono e l’animale è sempre al centro.

4) In quali zone si divide il Petsfestival?

Le aree del Petsfestival sono: Acquari, Cani, Gatti, Piccoli animali da compagnia, Cavalli e ci sarà anche un’area dedicata alle piante grasse e alle orchidee con pezzi molto rari e ricercati. C’è di tutto al Petsfestival: qualsiasi animale, dall’insetto stecco fino al raro Asino bianco sardo e per tutti ci sono attrezzature, gadget e mangimi vari. Oltre all’area espositiva ci sono quelle per spettacoli ed esibizioni di dogdance, sheepdog, discdog, sfilate, gare di monta western e gincana dei cavalli e altri spettacoli con i cavalli. Non mancheranno a Petsfestival i falconieri e anche loro creeranno un’area didattica.

petsfestival2

5) Cosa si può comprare al Petsfestival?

Gli animali solo nell’area acquari e piccoli animali da compagnia, non si troveranno in vendita al Petsfestival invece cuccioli di cani o di gatto perché non deve essere il Petfestival un veicolo di acquisto impulsivo per questi animali che richiedono sicuramente decisioni più ponderate e un impegno più importante. C’è invece la possibilità di informandosi presso allevatori professionisti, riconosciuti ENCI, ANFI o AFEF ed eventualmente prenotare cucciolate future. Oltre agli animali si può acquistare di tutto: dal semplice mangime, al cuscino, fino ai tanti gadget vari come tazze o magliette, gioielli, dipinti, aloe vera, integratori, shampoo, guinzaglieria e molto altro.

petsfestival4

6) In che modo sono presenti gli allevamenti di animali?

Al Petsfestival gli allevatori espongono e spiegano, il pubblico può accarezzare il cane dei suoi sogni o il gatto che ha sempre desiderato prima di acquistarlo e avere tutta la consulenza in merito. Questa è una “invenzione” del Petsfestival: prima del Petsfestival questo approccio non era ancora stato preso in considerazione.

7) Qualche numero di partecipazione del Petsfestival e come parteciparvi

Circa 300 espositori quest’anno e circa 30.000 visitatori nell’edizione 2014 che contiamo di superare quest’anno ampiamente. 20.000 mq espositivi su 3 padiglioni. Petsfestival ha un intero padiglione coperto di circa 3.000 mq interamente dedicato ai cavalli dove si esibiranno in gare e spettacoli. Sul nostro sito è possibile trovare tutte le informazioni per i visitatori e per gli espositori, nonché i programmi nei 2 giorni di manifestazione. Siamo sicuri che uscirete con un grande sorriso sulle labbra.

Se vi è piaciuta questa intervista continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+,Pinterest

Ti potrebbe interessare anche Pets Festival a Piacenza Expo

Pubblicato da Marta Abbà il 8 settembre 2015