Pesto di rucola, ricetta e consigli

pesto di rucola

Come fare il pesto di rucola: ricetta e indicazioni per preparare il pesto di rucola in casa. Dall’orto alla tavola, ricetta facile, veloce e gustosa.

Il pesto è una crema molto versatile, può essere usata come condimento per primi piatti, per accompagnare carni e brasati o da servire con dei semplici crostini di pane. Sebbene ne esistano molte varianti, il pesto più conosciuto in Italia è quello alla genovese, preparato a partire dalle foglie di basilico.

Proprio come il pesto di basilico, è possibile preparare un pesto di zucchine dal sapore molto delicato, un pesto di menta dal gusto più deciso e il pesto di rucola, dal sapore intenso e più o meno delicato in base alla varietà di ruchetta scelta.

La rucola, anche detta ruchetta o, in alcuni dialetti regionali, rughetta rucoletta, è usata principalmente per arricchire insalate e accompagnare portate a base di carne o formaggi. Con il pesto di rucola è possibile condire deliziosi primi, arricchire frittate ripiene o dare un tocco raffinato ai piatti a base di carne. La ricetta del pesto di rucola è facile da preparare e vi porterà via solo pochi minuti.

Come fare il pesto di rucola

Gli ingredienti per condire 300 grammi di pasta

  • 100 grammi di rucola fresca
  • 80 ml di olio extravergine di oliva
  • 3 grammi di aglio
  • 50 grammi di Parmigiano reggiano
  • 50 grammi di Pecorino
  • 50 grammi di Pinoli
  • 5 grammi di sale
  • Pepe fresco macinato q.b.

Per questa preparazione, usate la rucola dell’orto o preferibilmente materia prima di origine biologica ricordandovi di rispettare la stagionalità. Ecco come procedere

1. Per prima cosa, lavate bene la rucola, anche se comprate quella confezionata con la dicitura “già lavata”. Secondo una recente indagine non mancano residui chimici anche sulle verdure preconfezionate già lavate.

2. Se dovete usare il pesto come condimento della pasta, non sarà necessario lasciarla asciugare. Trasferite la rucola nel mixer. Aggiungete i pinoli, il Parmigiano Reggiano, il Pecorino, l’aglio già sbucciato e il sale.

3. Aggiungete l’olio extravergine d’oliva e cominciate a frullare tutti gli ingredienti a bassa velocità. Arrestate il mixer solo quando avrete ottenuto un composto liscio, cremoso e ben amalgamato.

Il pesto di rucola, così ottenuto, potrà essere conservato in frigorifero solo per pochi giorni. Per la conservazione, ricordatevi di trasferire il pesto di rucola in un barattolo dalla chiusura ermetica e coperto con un filo d’olio.

Al momento dell’utilizzo, se il pesto di rucola dovesse risultare troppo denso, potete ammorbidirlo aggiungendo qualche cucchiaio di acqua della cottura della pasta, ben ricca di amidi: perfetta per amalgamare e ripristinare la consistenza cremosa. Il pepe macinato fresco va aggiunto al momento dell’utilizzo.

Come usare il pesto di rucola per condire la pasta

 

Usare il pesto di rucola come condimento è semplice. Potete usare qualsiasi taglio di pasta, anche se quelle rigate o con i ricci sono le migliori per trattenere pesto e sughi.

Per la preparazione, mettete a bollire l’acqua e calate la pasta. Da parte, in un’ampia padella, ponete il pesto di rucola. Scolate la pasta (senza buttare via l’acqua di cottura) molto al dente e terminate la cottura nella padella contenente il pesto. Mescolate per amalgamare bene i due ingredienti (pesto di rucola e pasta). Aggiungete il pepe fresco macinato e fate mantecare la pasta per qualche istante nel pesto di rucola, a fuoco alto.

Per servire al meglio il piatto di pasta al pesto di rucola, potete guarnire con qualche fogliolina di rucola intera e un paio di mandorle tostate.

Curiosità sulla rucola

La rucola è costituita prevalentemente da acqua: ben il 91%! Povera di calorie (solo 25 calorie ogni 100 grammi di prodotto) e ricca di vitamine e sali minerali. E’ una discreta fonte di acido folico e contiene vitamina C, K, A e B. Riesce a stimolare la produzione di succhi gastrici ed è popolare per le sue proprietà rilassanti.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 gennaio 2016