Peli incarniti, rimedi naturali

peli incarniti rimedi
I peli in determinati parti del corpo sono brutti a vedersi per questo siamo costrette a ricorrere alla depilazione. Tuttavia, alcuni metodi di depilazione provocano irritazioni alla pelle oltre che i fastidiosi peli incarniti! Per agevolare la crescita normale dei peli all’esterno, è necessario rompere lo strato di pelle che ricopre i follicoli piliferi.


Quando un pelo non esce in superficie, continua a crescere sotto la pelle, seguendo la direzione opposta rispetto alla sua linea di crescita naturale: i cosiddetti peli incarniti. In questa guida vi daremo alcuni suggerimenti utili per eliminare i peli incarniti in maniera efficace e corretta.

Peli incarniti, depilazione adeguata
La giusta metodologia di depilazione riveste un ruolo fondamentale: la ceretta o altre tecniche di depilazione simili (silk epil, ecc), possono provocare vari problemi dermatologici, tra cui i peli incarniti.
Anche se si rivelano efficaci e veloci è preferibile cercare altre alternative quando i peli incarniti cominciano a diventare un problema serio. Se siete recidivi a questo problema, meglio ricorrere a metodi di depilazione come creme depilatorie; sono metodi meno aggressivi.

Rimedi contro i peli incarniti, esfoliazione regolare

Esfoliazione regolare
Per prevenire la comparsa dei peli incarniti in maniera efficace è bene applicare spesso un trattamento esfoliante: in questo modo agevoleremo l’eliminazione delle cellule morte che si accumulano sulla pelle e che bloccano i follicoli. Per ottenere una pelle impeccabile e prevenire la comparsa dei peli incarniti, è bene fare uno scrub esfoliante sia prima che dopo la depilazione. In commercio si trovano tantissimi scrub delicati pensati per la depilazione; scegliete il più adatto in base alle esigenze e alle caratteristiche della vostra pelle.

Se volete optare per il fai da te, potete usare gli ingredienti che avete in casa. A tal proposito vi rimandiamo alla lettura dell’articolo “Scrub corpo fai da te con ingredienti naturali”
Dopo aver fatto lo scrub, potete passare alla depilazione ma dopo 3-4 giorni dovrete fare un nuovo scrub esfoliante per impedire alla pelle di “imprigionare” i peli che stanno ricrescendo.

In alternativa potete massaggiare la pelle con un guanto di crine con movimenti circolari e ascendenti. Il trattamento va eseguito due o tre volte a settimana se non volete la ricomparsa dei peli incarniti.

Idratazione giornaliera
La pelle secca è l’artefice della comparsa dei peli incarniti: i peli infatti avranno più difficoltà a perforare lo strato duro di pelle. Se ci idratiamo giornalmente con la giusta quantità di acqua, la pelle non si seccherà e non soffrirà di vari problemi cutanei. Dovete ovviamente anche idratare a fondo la pelle con una crema idratante preferibilmente naturale.

Acqua calda
Prima di iniziare la depilazione, è consigliabile inumidire la pelle con dell’acqua calda: aiuta ad aprire i pori e la depilazione diventa molto più efficace.
Se i peli sono già incarniti, applicare impacchi di acqua calda per cercare di ammorbidire la pelle e aiutare i peli ad avvicinarsi alla superficie.

Cipolla fritta
Avete dei peli incarniti e vi preoccupano le bollicine che si formano sulla vostra pelle? Basta soffriggere un po’ di cipolla e applicarla, tiepida, sulla zona interessata.
Grazie a questo trattamento casalingo, la bollicina esploderà, liberando il pelo incarnito.

Peli incarniti, raccomandazioni utili

  • Non ricorrete mai alle pinzette per eliminare il pelo incarnito, questa operazione si può rivelare abbastanza pericolosa, soprattutto se non la eseguiamo bene: può provocare infatti infezioni o altri problemi che potrebbero lasciare segni e anche cicatrici.
  • Se c’è infezione, utilizzate dell’acido glicolico per disinfettare e cicatrizzare il poro. In ogni caso è sempre auspicabile consultare un dermatologo.

Quale farmaco è indicato?
I peli incarniti sono simili all’acne, soprattutto se si formano con pus. Potete pertanto sbarazzarvi di questi peli con farmaci come, ad esempio, il perossido di benzoile o l’acido salicilico.

Ti potrebbe interessare anche

Irsutismo: cause e rimedi

Ipetricosi: sintomi e cure

Pubblicato da Anna De Simone il 18 settembre 2015