Pedal Power, per ricaricare pedalando

ricaricare pedalando

Andiamo in palestra e frequentiamo corsi per migliorare la nostra postura, acquistiamo tapis roulant per mantenerci in forma anche in casa, c’è chi compra una bici e chi decide di costruire una cyclette davvero particolare: niente ruote ma un sistema che consente di ricaricare dispositivi pedalando! 

Si chiama Pedal Power e consiste in una postazione da lavoro data da una sedia capace di tutelare la salute della nostra schiena, una scrivania da lavoro e dei pedali collegati a un dispositivo in grado di trasformare l’energia cinetica del moto rotatorio dei pedali in corrente continua pronta all’uso.

Insomma, mentre siamo alla scrivania a lavorare e sistemare i nostri documenti, possiamo pedalare, bruciare calorie, tenerci in forma, curare la nostra postura e… alimentare il notebook con energia pulita! Se nelle prigioni del Brasile i detenuti pedalano per accorciarsi la condanna, negli uffici italiani gli impiegati potrebbero pedalare per arrotondare il salario. Niente male un sistema di questo genere: l’azienda risparmierebbe sulla bolletta elettrica e l’impiegato ne guadagnerebbe di salute e di bonus aziendali!

Pedal Power si trasforma in una piccola centrale elettrica ed è in grado di trasformare qualsiasi bicicletta in un generatore a pedali. Il team di sviluppo reputa l’energia cinetica prodotta dal ciclista, un vero e proprio spreco! “Ci cono un miliardo di biciclette nel mondo, c’è almeno una bicicletta in ogni famiglia. In futuro speriamo di vedere ogni ciclista con un dispositivo capace di trasformare l’energia cinetica in elettrica”. Sono queste le parole del team di sviluppo. Il principio è semplice  ed è mostrato a pieno in questo video proposto da Pedal Power.

Considerando quanto tempo ogni italiano passa davanti al computer e quanto tempo i ciclisti impiegano per scorrazzare per le strade, l’energia ricavata in massa, potrebbe essere una cifra decisamente rilevante.

Pubblicato da Anna De Simone