Il Panda d’Oro WWF ai custodi delle Alpi

Il premio Panda d'Oro 2012 del WWF

La mobilità dolce sulle Alpi, l’orso e l’innovazione nel project financing ambientale sono i temi dei tre progetti premiati con il Panda d’Oro 2012 del WWF. Tre esempi significativi di “buone pratiche” in tema ambiente, dedicati in modo particolare alle Alpi e all’habitat alpino perché questo era il tema del Panda d’Oro 2012. La premiazione si è svolta il 24 ottobre a Torino al Museo Nazionale della Montagna nell’ambito della presentazione dell’evento Biodiversamente – festival dell’ecoscienza (27-28 ottobre), anch’esso dedicato alle Alpi.

Di seguito una sintesi dei tre progetti premiati con il Panda d’Oro, mentre non può mancare una citazione per le Guardie giurate volontarie della sezione WWF Lombardia che, proprio negli ultimi giorni, sono stati fatte oggetto di gravi atti intimidatori per l’attività di prevenzione e lotta al bracconaggio. A loro è stato assegnato il riconoscimento speciale “Custodi ella biodiversità”.

Alpine Pearls. Turismo in mobilità dolce sulle Alpi. Le Perle delle Alpi” sono 27 località turistiche che cooperano su tutto l’arco alpino per offrire un prodotto turistico di elevatissima qualità, a basso impatto sull’ambiente. In queste località  si può arrivare comodamente in treno o in autobus e ci si può dedicare a una serie di attività ricreative e sportive: dal trekking al nordic walking, dalla bici alla mountain bike, dall’equitazione agli sport acquatici, dalle ciaspole allo sci di fondo. L’auto privata non serve, anzi: chi la lascia direttamente a casa o chi non la usa per almeno 4 giorni durante la vacanza, consegnando le chiavi in hotel o all’ufficio turismo, usufruisce di una serie di vantaggi. Lo sviluppo di un turismo più consapevole, non di massa, che invita ad andare alla scoperta della natura imparando a conoscerne i segreti e a rispettarla è il contributo che il progetto “Alpine Pearls” vuole fornire per tutelare e valorizzare il patrimonio unico e straordinario costituito dagli ecosistemi alpini, in tutta la loro biodiversità.

7 giorni da Orso. Il progetto del Tour Operator Living Dolomiti prevede un programma di 6 giorni e 7 notti all’insegna dell’Orso, promuovendo una maggiore conoscenza di questa importante specie, simbolo della biodiversità alpina, offrendo vacanze rispettose dell’ambiente, ecocompatibili, che utilizzino trasporti collettivi e quindi meno auto e meno inquinamento,  consumando prodotti locali, aiutando all’economia del luogo, offrendo cultura e tradizioni nel rispetto delle storia delle comunità locali.

Innovative modalità di finanziamento di progetti. Complessivamente la Fondazione Cariplo con i tre bandi dedicati alla conservazione della biodiversità, gestione sostenibile dell’acqua e riduzione del consumo di suolo ha finanziato con risorse proprie dal 2007 al 2011 progetti per oltre 23 milioni di Euro. Questa iniziativa pluriennale della Fondazione Cariplo è un esempio concreto di modalità innovativa di finanziamento della conservazione della biodiversità, coerente con la Strategia Nazionale per la Biodiversità ed in sintonia con quanto auspicato dalle decisioni della Conferenza delle Parti della Convenzione Internazionale sulla Diversità Biologica. Il tema della promozione di modalità innovative per finanziare la conservazione della biodiversità, in un contesto globale di crisi economica, è stato l’argomento principale nell’agenda della Conferenza internazionale.

Ti potrebbe interessare anche “Leopardo delle nevi a rischio di estinzione

Nel video 7 GIORNI DA ORSO immagini splendide dell’orso sulle nostri Alpi

Pubblicato da Michele Ciceri il 26 ottobre 2012