Padiglione Italia Expo 2015

L’Italia ha compiuto un ulteriore passo avanti verso Expo 2015, con lo scorso aprile si è chiuso il Concorso Internazionale ed è stato proclamato il vincitore per la progettazione del Padiglione Italia all’Expo 2015.

Il ruolo del Padiglione Italia all’Expo 2015
“Il Padiglione sarà la vetrina dell’Italia, un vero flagship store delle eccellenze italiane. Ma anche uno spazio dove il visitatore potrà rivivere l’emozione e la magia di un viaggio dentro il Bel Paese, con il suo stile di vita riconoscibile in tutto il mondo.”

L’architettura del Padiglione Italia si costrituisce come una comunità riunita attorno alla sua piazza. L’intero progetto è basato su quattro blocchi principali, organizzati intorno a una piazza vuota; i quattro blocchi sono collegati tra loro da elementi-ponte e ospitano le macro funzioni principali: Area espositiva, Auditorium, Uffici e Sale riunioni.

Il padiglione principale occupera una superficie di circa 12.000 mq e conterà su una serie di padiglioni più piccoli che garantiranno un ulteriore spazio espositivo. Il progetto vincitore è stato presentato dallo studio Nemesi & Partners Srl Proger SpA e BMS Progetti Srl. Questo raggruppamento vede uniti Nemesi & Partners Srl di Roma, Proger SpA di Pescara con la BMS Progetti Srl di Milano.

Il Padiglione Italia non sarà solo l’ambasciatore del Made In Italy, a sentire il primo cittadino di Milano Giuliano Pisapia, Commissario straordinario per Expo Milano 2015, il Padiglione Italia sarà anche il simbolo della capacità dei milanesi e degli italiani, di risorgere da ogni crisi, anche la più difficile. L’Expo Milano 2015 segnerà un’ulteriore rinascita che partendo da Milano e dalla Lombardia, dovrà coinvolgere tutto lo stivale, istituzioni e cittadini compresi.

“Con la proclamazione del progetto vincitore della gara per il Padiglione Italia di Expo Milano 2015 inizia oggi un percorso affascinante fatto di creatività, tecnologia avanzata, impegno per lo sviluppo sostenibile. Da Casa Italia e dalla piazza su cui sorgerà, nel cuore dell’Esposizione – ha aggiunto il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia – partirà un messaggio universale che, anche grazie al lavoro di tanti giovani talenti, farà da ponte tra passato e futuro dell’Italia, e passato e futuro del Pianeta.”

Pubblicato da Anna De Simone il 6 maggio 2013