Ostelli ecologici

ostelli ecologici

Ostelli ecologici: dove dormire in Europa e in Italia. Ecco i migliori ostelli ecologici che vi consentiranno di dormire bene e spendere poco.

Per chi vuole praticare turismo sostenibilegli ostelli ecologici sono un’ottima alternativa alle classiche catene d’Hotel. Sono una valida alternativa anche per chi vuole risparmiare; oltre che amici dell’ambiente, possono essere molto amici del portafogli: sono molto economici. Perfetti per chi vuole viaggiare da solo, in coppia o in gruppo. In particolar modo, chi viaggia da solo avrà possibilità di fare amicizia con nuova gente, confrontarsi con culture diverse e risparmiare sul classico supplemento singola.

Ostelli ecologici in Europa

Se viaggiate in Europa, scegliere un ostello ecologico sarà semplicissimo: il vecchio continente è ricco di ostelli ecofriendly!

Liverpool International Inn – Inghilterra

Questo ostello ecologico sorge nel pieno centro di Liverpool, in Inghilterra. La struttura, da anni, ha adottato una pratica di riciclo totale e anche l’efficienza energetica è di casa: tutte le apparecchiature elettriche sono a basso consumo. Si è aggiudicato più volte il riconoscimento di Green Tourism Silver Award per il costante impegno nella tutela ambientale.

Centre Ecologic Llemena (CEL) – Spagna

Chi cerca uno ostello ecologico in Spagna può recarsi a 25 km da Girona. La struttura è stata edificata recuperando un antico casolare del XII secolo, dispone di un grande giardino coltivato con metodo biologico. Non manca una piscina riscaldata…. in modo naturale!

High Street Hostel – Scozia

L’ostello è stato edificato in un edificio ristrutturato risalente al 1564. Per soddisfare il suo fabbisogno energetico sfrutta esclusivamente fonti di energia pulita e, le emissioni di CO2 che produce, vengono annullate con la coltivazione di un fitto bosco che a oggi ha raggiunto più di 75 ettari di grandezza. Questo ostello ecologico si trova in Scozia, Edimburgo.

City Backpackers Hostel – Svezia

Si trova a Stoccolma ed è dedicato esclusivamente a viaggiatori non fumatori. Il suo fabbisogno energetico è soddisfatto da fonti energetiche rinnovabili. Attua un’attenta raccolta differenziata e ogni apparecchiatura elettrica è ad alto rendimento.

Youth Hostel – Svizzera

Un vero ostello della gioventù ecologico: si trova a Zurigo, collocato in una tranquilla zona residenziale vicina al lago. Ben collegato al centro della città, è una buona soluzione per chi cerca ostelli economici dove dormire a Zurigo. Luci a basso consumo, isole ecologiche per la differenziata, alimentazione a chilometro zero e cibi rigorosamente di stagione.

Ostelli ecologici in Irlanda

In Irlanda, l’ecologia ha conquistato un’intera catena di ostelli. Gli ostelli Sleepzone Hostels sono dislocati in diverse località irlandesi tra cui Galway, Conneemara e Burren. Gli ostelli sono tutti collocati in location naturali e offrono ottimi servizi a basso impatto ambientale. Sfruttano l’auto-produzione di energia (mediante fonti eoliche e solari) per soddisfare parzialmente la fame energetica delle camere. Usano solo dispositivi elettrici a basso consumo e, offrono promozioni per incentivare gli ospiti alla mobilità sostenibili.

Ostelli ecologici in Italia

Da qualche anno, il turismo sostenibile in Italia sta diventando una realtà sempre più conclamata. I viaggiatori nostrani o esteri che decidono di soggiornare in un ostello ecologico hanno una ricca scelta. Ecco alcune proposte:

Ostello Piero Rotta – Milano

E’ inserito in un contesto molto ecologico: un edificio restaurato con tecniche di costruzioni a impatto zero! L’ostello Piero Rotta attua tecniche di risparmio energetico e per alimentarsi sfrutta energia geotermica e pannelli fotovoltaici.

The Beehive – Roma

Questo ostello si trova vicino alla stazione Termini. La cucina sfrutta alimenti a chilometro zero e biologici, dispone di menu veg-friendly e attua politiche di risparmio energetico.

Bamboo eco Hostel – Torino

La colazione, nell’ostello Bamboo Eco, si fa con prodotti organici e naturali. La gestione dell’ostello mira a ridurre la propria impronta di carbonio mediante politiche di efficienza energetica.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 12 ottobre 2016