Ortica, proprietà e ricette

ortica proprieta ricette

Ortica, proprietà e ricette: gli usi dell’ortica in cucina, proprietà nutrizionali e curative. Una panoramica completa sull’ortica, una pianta commestibile fin troppo sottovalutata.

L’ortica è popolare per la sua spiacevole reazione quando entra in contatto con la pelle! Se riuscite a mettere da parte i pregiudizi, scoprirete che l’ortica è un’ottima pianta spontanea commestibile, saporita e ricca di virtù.

L’ortica, botanicamente nota come Urtica dioica, è tra le piante spontanee più conosciute al mondo. In questa pagina ne analizzeremo le proprietà nutrizionali, proprietà medicinali e gli usi in cucina suggerendovi le migliori ricette.

Ortica, le proprietà nutrizionali e medicinali

L’ortica contiene molti micronutrienti, in particolare vitamina A, C e K. Tra i sali minerali, quelli più abbondanti sono ferro, calcio, potassio, silicio e magnesio. Molto alto è il contenuto di proteine che, nelle foglie giovani raggiunge il 30% della sostanza secca. Le proteine vegetali dell’ortica sono facilmente assimilabili da parte del nostro intestino. Le proprietà nutrizionali vedono un’abbondante presenza di acqua, cellulosa e una percentuale di grassi che ammonta a circa 4 grammi per ogni 100 grammi di prodotto. Grazie alle proprietà nutrizionali appena descritte, l’ortica è particolarmente adatta per chi soffre di anemia.

Tra le proprietà medicinali segnaliamo quelle antinfiammatorie molto utili contro le allergie. L’ortica annoverà proprietà emostatiche (rallenta le emorragie), le proprietà ipotensive (abbassa la pressione arteriosa grazie all’elevato apporto di potassio), proprietà diuretiche, purificanti e drenanti. L’ortica è una pianta astringente e regola il flusso intestinale: molto utile in caso di frequente diarrea.

Ortica per la cura dei capelli

L’ortica è da sempre usata nel settore estetico per dare nuova luminosità ai capelli: rende i capelli brillanti ed è un ottimo rimedio in caso di forfora, capelli grassi e caduta dei capelli. Non solo teorie e rimedi della nonna, l’ortica riuscirebbe a rallentare la produzione dell’ormone diidrotestosterone, responsabile della caduta dei capelli e anche dell’iperplasia benigna della prostata. Dopo lo shampoo, potete usare l’acqua di cottura dell’ortica per risciacquare i capelli.

Ortica in cucina

Cresce spontaneamente in tutta Italia e se volete usarla in cucina dovete raccoglierla in primavera. I getti primaverili si possono raccogliere e consumare con tutto il fusto ma solo se non sono più alti di 15 – 20 cm. Più i getti sono piccini e più questa verdura sarà tenera nel piatto.

Per sfruttare l’ortica in cucina, ricordatevi di usare i guanti. Se avete raccolto delle cimette più grandi, prima della cottura tritatele. L’ortica, una volta cucinata, avrà perso interamente tutto il suo potere irritante.  Dell’ortica, le parti commestibili sono diverse ma quelle più tenere e saporite sono le foglioline apicali e la parte superiore del fusto, le cosiddette cimette.

Ortica, le ricette

L’ortica lessata può essere aggiunta al ripieno di cannelloni e ravioli o ancora, per arricchire l’impasto degli gnocchi (in combinazione con farina e patate) o della pasta fresca fatta in casa. Potete preparare un risotto all’ortica seguendo le istruzioni della vostra ricetta per risotti preferita. Molte ricette sfiziose da preparare con l’ortica sono state segnalate nell’articolo Ricette a base di ortica, in particolare, nella pagina, troverete le ricette:

  • Frittata di ortica
  • Torta salata di ortica
  • Tisana depurativa a base di ortica

Molto rapida da preparare è la ricetta delle Crepe salate all’ortica. Per 4 persone avete necessità dei seguenti ingredienti:

  • 3 uova
  • 300 ml di latte
  • 30 grammi di burro fuso
  • 115 grammi di farina
  • un pugno di ortiche lessate e tritate grossolanamente
  • 300 grammi di ricotta
  • sale

Il procedimento da seguire è quello delle classiche crepe salate. Per la cottura delle crepe salate di ortica usate una padella antiaderente leggermente unta sul fondo.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare anche l’articolo sulla Scorzonera

Pubblicato da Anna De Simone il 5 giugno 2016