Gli impieghi dell’olio esausto

olio esausto

Il riciclo dell’olio esausto consiste in una serie di operazioni che vengono svolte sia su olio lubrificante, derivato dal settore dei trasporti, sia su olio vegetaleproveniente soprattutto dal settore ristorativo. Con il riciclo dell’olio esausto si ottengono oli rigenerati: se è impossibile rigenerare una partita di olio, questo sarà destinato alla combustione per il settore energetico.

Gli oli esausti immessi in natura provocano ingenti danni ambientali. Possono essere raccolti presso le isole ecologiche o le ditte specializzate Il loro smaltimento permette di produrre lubrificanti, biodiesel, tensioattivi e saponi.

In termini pratici, gli oli esausti sono quelli che scarica un veicolo durante il cambio d’olio o che scarica una friggitrice di un fast food. Autofficine, fast food e privati hanno il compito di raccogliere l’olio esausto e conferirlo presso le apposite isole ecologiche. Alcune aziende si propongono per il ritiro dell’olio esausto e per coprire i costi di tale operazione impiegano gran parte dell’olio per azione dei bruciatori e produrre energia.

L’olio esausto sta diventando un problema enorme nella nostra società. Cittadini e aziende troppo spesso smaltiscono erroneamente l’olio esausto lasciandolo fluire per scarichi o tombini. Per ovviare a questo problema, nelle fognature di Londra, gli operai “spalano” una sostanza chiamata “fatberg” costituita proprio da olio esausto e grassi. L’olio e il grasso, accumulati sotto le strade di Londra, costituiscono un tesoro da 130 GWh di elettricità annua. Il cumulo di fatberg sarà bruciato per produrre energia elettrica, la capacità stimata è appunto di 130 GWh annui, di questi, la società idrica londinese ha deciso di acquistarne 75 (GWh) per soddisfare il fabbisogno energetico della rete fognaria e dell’impianto di desalinizzazione che viene impiegato in periodi di siccità o di altre emergenze.

Un metodo di riciclo dell’olio esausto molto più convenzionale consiste nella raffinazione per ottenere del lubrificate o del carburante. In molti caso l’olio esausto viene convertito in diesel che spesso produce anche meno fumo e meno rumore rispetto al classico gasolio.

Un altro nostro articolo correlato che ti potrebbe interessare è Come recuperare l’olio vegetale esausto.

Pubblicato da Anna De Simone