Olio di cocco in cucina: proprietà e ricette

Olio di cocco in cucina

Molti di noi hanno provato ad utilizzarlo sulla pelle, o sui capelli, ma l’olio di cocco in cucina può essere utile. Il nostro extra vergine di oliva resta sempre il prediletto, ma per alcuni tipi di impieghi, anche questo emerge essere interessante. Scopriamo quindi questa sua vocazione culinaria e impariamo qualche ricetta per provare subito se funziona.



19Olio di cocco in cucina: caratteristiche

Questo olio si ricava dalla polpa bianca del cocco, non sa di cocco come il gelato al cocco o il succo di cocco, quindi non trasforma i nostri piatti, ma sicuramente conserva una traccia del profumo caratteristico e del gusto un po’ tropicale. In cucina lo possiamo utilizzare sia crudo che cotto, in diverse ricette, alcune le andremo a vedere più avanti.

E’ l’ideale per chi è intollerante al lattosio e per chi ha scelto di seguire un regime vegano. Anche chi sta attento alla linea può alternarlo all’olio extra vergine di oliva, lo stesso vale per chi fa sport. E’ sicuramente meglio del burro, più sano. Negli ultimi tempi, sia per via dei piatti vegani sempre più di moda, sia per la voglia continua di sperimentare, l’olio di cocco è diventato più popolare che mai e abbiamo iniziato ad utilizzarlo non solo in occasione di piatti esotici, anche per piatti del tutto tradizionali, come ingrediente alternativo.

Olio di cocco: proprietà

Rispetto all’olio di oliva, quello di cocco è molto stabile al calore, è più resistente alle alte temperature. Questo a livello pratico si traduce in un ottimo utilizzo anche per le fritture, e non solo per cotture in padella o al forno. Un altro importante pregio di questo olio sta nel fatto che non contiene nessun acido grasso dannoso per la salute, come quelli che si formano quando i grassi vengono riscaldati. In compenso vi troviamo gli acidi grassi saturi a catena media, utili per la prevenzione delle malattie cardiovascolare. In particolare l’acido laurico ha anche delle proprietà antibatteriche. In fase di accertamento, altri due effetti benefici di questo olio, contro malattie come l’Alzheimer e come antitumorale.

In cucina in Italia viene usato per preparare cibi esotici, e non solo, ma ancora in modo modesto. Lo apprezziamo di più come prodotto di bellezza. Sui capelli, ha l’effetto di un balsamo ammorbidente, sulla pelle l’effetto di una crema nutriente che rende la cute vellutata.

Olio di cocco in cucina

Olio di cocco in cucina: ricette

Prima di iniziare, premettiamo, per chi non ha mai usato questo olio, che non ha l’aspetto dell’olio di oliva a cui siamo abituati. Immaginatevi un burro solido. Nulla di problematico, basta saperlo e scaldarlo al microonde per cucinare. In alternativa si può procedere anche con il tradizionale metodo a bagnomaria o metterlo sul calorifero in inverno, qualche ora prima di iniziare a spadellare.

Possiamo usarlo cotto o crudo. Nel primo caso, molto spesso diventa il condimento per cuocere carne e pesce ma anche vari tipi di ortaggi, in padella o al forno, oppure anche nella wok se la si utilizza. Se amate cucinare ricette orientali, con il curry, l’olio di cocco è perfetto. A crudo lo possiamo usare per preparare una specie di vinaigrette dal gusto orientale, mescolandolo con la senape, il limone e alcune erbe aromatiche. Perfetto per le insalate.

In alternativa, possiamo prendere una fetta di pane e spalmarcelo sopra, oppure inserirlo in un frullato di frutta e verdura o in un centrifugato. Prima di scoprire le nostre due ricette con olio di cocco, una raccomandazione doverosa. Entusiasti di provare questo nuovo ingrediente, non esagerate con le dosi. E’ e resta un alimento grasso. Meglio poi mantenere sempre l’olio extravergine di oliva nella dieta, magari alternandolo a questo ma non eliminandolo in toto perché è il migliore.

Muffin al cioccolato con aroma di cocco

Grazie alla presenza di questo olio, i muffin classici al cioccolato possono assumere un’aria esotica. Questa ricetta è perfetta per una buona e sostanziosa merenda.

Ingredienti:

  • 200 g di farina integrale biologica
  • 250 ml di yogurt bianco magro
  • 20 g di zucchero di canna integrale
  • 100 g di cioccolato fondente in scaglie
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 5 cucchiai di olio di cocco
  • 1 cucchiaino di cacao amaro in polvere

Mescoliamo in una terrina tutti gli ingredienti secchi, intanto sciogliamo l’olio di cocco e lo uniamo al composto ottenuto, assieme allo yogurt. Continuando a mescolare, otteniamo una “pasta” scura che possiamo versare negli stampini dei muffin. Inforniamo con il forno già pronto a 180 gradi per 20 minuti, prima di dichiarare pronta la merenda meglio controllare con uno stuzzicadenti che siano davvero cotti anche all’interno, e facciamo sempre raffreddare bene prima di servire.

Se desiderate degli stampi pratici e resistenti, ne trovate e buon prezzo su Amazon

Verdure al forno esotiche

Le verdure che utilizziamo per questo piatto sono normalissime e facili da trovare, è l’olio di cocco che da il tocco esotico e le rende originali. Le prepariamo al forno, anche se questo olio è perfetto per le fritture, e vedrete che il risultato non vi farà rimpiangere la scelta.

Ingredienti:

  • 100 g di zucchine
  • 100 g di peperoni
  • 100 g di finocchi
  • 100 g di carote
  • 100 g di broccoli
  • 4 cucchiai di olio di cocco
  • Sale e curry

Laviamo e tagliamo le verdure, cercando di farne tanti pezzi di dimensioni simili in modo che cuociano assieme. A parte, dobbiamo sempre far sciogliere l’olio di cocco al microonde o a bagnomaria. Prepariamo una teglia da forno cospargendola di sale e di curry, poi distribuiamo le verdure e aggiungiamo le spezie che desideriamo. Il forno va impostato a 180 gradi, le verdure possono cuocere per un quarto d’ora.

Pubblicato da Marta Abbà il 19 Agosto 2019