Olio di cocco, proprietà e benefici

olio di cocco

L’olio di cocco è un prodotto piuttosto famoso sia in ambito culinario, sia quando si parla di cosmesi naturale.



Oggi vedremo tutte le proprietà dell’olio di cocco impiegato in ambito alimentare e nel settore della cosmesi naturale per preparare ottime creme naturali fai da te.

Olio di cocco in cucina

Dato le sue caratteristiche, se ne consiglia il consumo moderatissimo (uno o massimo due cucchiai al giorno) e prevalentemente a crudo. Sembrerebbe che, se consumato crudo e in piccole quantità, l’olio di cocco avrebbe la capacità di elevare il livello del colesterolo buono, il colesterolo HDL, e ridurre i livelli di LDL, il cosiddetto “colesterolo cattivo”.

A rendere popolare l’olio di cocco in cucina sono gli alti livelli di acido laurico. Se volete usare l’olio di cocco in cucina, assicuratevi di comprare quello per uso alimentare e non cosmetico. Se vi interessano le proprietà dell’olio di cocco in ambito alimentare e scoprire dove comprarlo, vi rimandiamo alla pagina dedicata all’Olio di cocco in cucina.

Olio di cocco in cosmesi naturale

Quando si parla di cosmesi naturale, l’olio di cocco è impiegato per rinvigorire i capelli, eliminare la forfora, in creme anti-età e idratanti, prodotti lenitivi… insomma, gli impieghi sono molteplici e si tratta di un vero toccasana per preservare e valorizzare la propria bellezza naturale.

Come usare l’olio di cocco per la curare i capelli in modo naturale? 
L’olio di cocco sembrerebbe un efficace anti-forfora naturale. Rinvigorisce i capelli e li rende luminosi. Basta applicarlo sui capelli massaggiando delicatamente direttamente sul cuoio capelluto, lasciare in posa per un paio d’ore e lavare.

Crema per le mani fai da te a base di olio di cocco 
Basta unire 70 ml di olio di cocco a 20 ml di olio di jojoba (o olio di mandorle dolci). 20 grammi di cera d’api grattugiata, 5 gocce di olio essenziale di limone e 5 gocce di olio essenziale di lavanda.

Nella preparazione di creme naturali fai da te, la difficoltà più grande si riscontra nel mescolare tutti gli ingredienti per ottenere un composto quanto più omogeneo possibile. Le industrie chimiche, per rendere omogenea una miscela data da ingredienti immiscibili, impiegando particolari composti che fanno da legante. In ambito domestico mettiamo da parte i prodotti artificiali e ci affidiamo alla buona manodopera oltre al buon senso:

1) Fate fondere, a bagno maria, la cera d’api, l’olio di jojoba e l’olio di cocco.
2) Mescolate con un cucchiaio di legno facendo amalgamare tutte le sostanze e aggiungete l’olio essenziale.
3) Mescolate ancora, trasferite in un barattolino da poter chiudere ermeticamente.
4) Ponete il composto in frigo e attendete che si solidifichi.
5) Conservate in un luogo fresco e usate questa crema per diversi mesi.

Come usare l’olio di cocco per idratare il viso
Un paio di volte a settimana (non tutti i giorni altrimenti rischiereste di occludere i pori della pelle del viso), potete realizzare con l’olio di cocco degli impacchi super-idratanti. Vi basterà spalmare sul viso, l’olio di cocco al naturale, prima di mettervi a letto.

Olio di cocco, dove comprare e quanto costa?

Se vi state chiedendo dove comprare l’olio di cocco, vi possiamo segnalare le erboristerie e botteghe naturali specializzate, inoltre è possibile comprarlo online dove segnaliamo un prodotto dall’ottimo rapporto qualità prezzo. Si tratta dell’Olio vergine di cocco Biologico Puro al 100%, proposto  su Amazon al prezzo di 12,99 euro con spedizione incluse. Consigliamo questo prodotto perché presenta certificazione biologica rilasciata dalla Soil Association, autorevole voce di settore nel panorama europeo.

Attenzione!
All’acquisto l’olio di cocco presenta una consistenza “solida”, in estate l’olio di cocco tenderà a sciogliersi e divenire liquido quindi si consiglia di conservarlo in frigo. Per la preparazione di creme basterà tenerlo un po’ tra le mani per scioglierlo.

Pubblicato da Anna De Simone il 18 dicembre 2014