Nano Garden, il giardino d’appartamento

Sono sempre più numerose le soluzioni progettate per allestire un orto in casa. C’è chi ricicla bottiglie di plastica per creare un orto verticale e c’è chi non ama il fai-da-te ed è più felice di spendere una piccola fortuna per un orto hitech. Nano Garden è uno di questi, un futuristico giardino che sfrutta la coltivazione idroponica per portare l’orto in casa.

Nano Garden è un giardino verticale, composto da quattro ripiani capaci di ospitare ortaggi e verdure mediante la tecnica della coltivazione idroponica. Nano Garden non solo provvederà a nutrire le piante ma anche a fornire la corretta illuminazione, così l’utente finale può disporre il giardino verticale in qualsiasi parte della casa senza doversi preoccupare di sole, luce e finestre.

Progettato da un team di designer della Hyundai Engineering & Construction, della divisione della Corea del Sud, il Nano Garden è perfetto per chi desidera coltivare un orto e non ha spazio e/o terreno. Il Nano Garden occupa pressappoco lo stesso spazio di un frigo.

Grazie alla coltivazione idroponica, l’utente non dovrà preoccuparsi di applicare pesticidi o fertilizzanti. In più, il concept offre sempre l’illuminazione giusta per favorire la crescita delle piante. La quantità di acqua, nutrienti e illuminazione, è regolabile cosicché gli abitanti della casa possono decidere la velocità di crescita delle loro piante.

Con un semplice sistema di monitoraggio Nano Garden informa gli utenti avvisandoli quando le piante devono essere nutrite o irrigate. Nano Garden si comporta come un giardino naturale che elimina i cattivi odori e purifica l’aria.

Pubblicato da Anna De Simone il 3 marzo 2013