Miglior isolante acustico

Miglior isolante acustico

Ecco la guida per scegliere il miglior isolante acustico per la casa, da pavimento, per il soffitto o per le pareti. Caratteristiche e prestazioni a confronto.

Chi vive in condominio o in città sa benissimo quanto vale la scelta del miglior isolante acustico: rombi d’auto, rumori di sedie provenienti dal piano superiore, cani che abbaiano e tanti suoni che minano la serenità del luogo in cui viviamo.

Al pari dell’isolamento termico, anche quello acustico è fondamentale per garantire il massimo comfort ambientale. Il rumore è un segnale di disturbo che a lungo andare può renderci più irritabili e stressati.

In Italia, l’inquinamento acustico è disciplinato dal DPCM del 5 dicembre 1997 mentre quando si parla di isolamento acustico in ambito edilizio si fa riferimento alla Legge 447 del 1995. Con il progressivo miglioramento dei materiali di costruzione, il mondo dell’edilizia può annoverare un gran numero di materiali fonoassorbenti da usare per isolare pareti esterne, pareti interne della casa, pavimento e soffitto.

Per isolare il pavimento vi rimandiamo agli isolante termoacustici citati negli articoli dedicati al miglior isolante termico:

  • Isolante termico naturale
    In generale, possiamo dire che i materiali termoisolanti naturali hanno un elevato potere isolante sia da un punto di vista termico, sia da un punto di vista acustico. Per l’isolamento acustico di pavimenti è consigliato il feltro di sughero. Tra gli isolanti termici di natura vegetale ve ne sono alcuni che possono garantire ottime proprietà fonoassorbenti, ci riferiamo soprattutto ai materiali porosi e fibrosi come le fibre di sughero, fibre di legno e tessuti naturali come linoleum, juta, canapa. Tra i materiali termoisolanti naturali (ma di natura animale) anche la lana presenta un buon grado di fonoassorbanza.
  • Isolanti termici minerali
    I migliori isolanti termoacustici minerali sono quelli a base di lana di roccia, pomice e vermiculite; questi materiali isolanti termoacustici possono essere usati per le intercapedini delle pareti, per i solai e i sottotetti. Sono molto versatili e il mercato propone diverse applicazioni. In realtà, tutti gli isolanti termici minerali riescono a fornire un buon isolamento acustico, sono reperibili in forma di rotoli, materassini e pannelli fonoassorbenti.
  • Argilla cruda
    Per l’isolamento acustico di pavimenti sono state sviluppate soluzioni a base di argilla cruda e materiali fonoassorbenti.
  • Fibra di cellulosa
    E’ un buon isolante termoacustico. La fibra di cellulosa in fiocchi può essere usata per le intercapedini di pareti, soffitti, pavimenti… sul mercato esistono pannelli a base di fibra di cellulosa da usare per isolare termicamente e acusticamente le pareti interne dell’abitazione.

In commercio non mancano appositi pannelli fonoassorbenti e fonoisolanti. Altri prodotti che riescono a garantire un buon isolamento acustico sono realizzati con materiali sintetici. I materiali fonoassorbenti sintetici hanno il vantaggio di essere più economici rispetto a quelli elencati fino a ora e di origine naturale. Tra i materiali isolanti acustici segnaliamo quelli “a celle aperte” come il polistirene, il poliuretano espanso… Tra i vantaggi, oltre a più basso costo, citiamo la facilità di posa in opera.

Miglior isolante acustico: piombo e gomma

Tra i materiali fonoisolanti impiegati per la produzione di pannelli e prodotti per l’isolamento acustico segnaliamo il piombo e la gomma. Hanno il vantaggio di presentare spessori più contenuti rispetto agli isolanti citati fino a ora. Materiali fonoassorbenti a base di piombo e gomma presentano la migliore capacità fonoisolante. La gomma ha una marcia in più  in quanto è più facile da lavorare e più leggera. Chi mira al massimo isolamento acustico dovrà valutare prodotti del genere.

Sul mercato non mancano isolanti acustici realizzati accoppiando diversi materiali fonoassorbenti come fibre naturali e gomme o fibre naturali e piombo. Piombo e gomma possono essere associati a isolanti termici di origine sintetica come poliuretano e polistirene. Il risultato è un sandwich o dei materassini a più strati che presentano un elevato potere fonoisolante a ridotti spessori.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 19 novembre 2015