Fibra di cellulosa in fiocchi

fibra di cellulosa

La fibra di cellulosa è un isolante termo-acustico ottenuto principalmente da carta di giornale riciclata e si tratta, a sua volta, di un prodotto riutilizzabile e riciclabile.



La fibra di cellulosa è igroscopica, traspirante ed è anche un buon fonoisolante e fonoassorbente oltre da fungere come isolante termico. La fibra di cellulosa può essere impiegata in fiocchi, grani e pannelli.  Da un punto di vista ecologico (anche di bilancio energetico), è uno degli isolanti più interessanti.

Come si usa la fibra di cellulosa?

Gli impieghi della fibra di cellulosa sono molteplici, la cellulosa viene compressa per insufflazione in apposite intercapedini di muri, pavimenti e tetti oppure può essere liberamente posata su solai. Grazie alle tecniche di posa si ottiene una distribuzione omogenea dello strato di isolante senza l’impiego di giunti.

La fibra di cellulosa ha ottime capacità isolanti (sia termiche che acustiche), è impiegata principalmente per l’isolamento termico: isola dal freddo e assorbe il calore non facendo mai raggiungere delle temperature troppo elevate, così impedisce la formazione di condensa, umidità e muffa sui muri.

Fibra di cellulosa in fiocchi

La fibra di cellulosa in fiocchi è ricavata da giornali per l’88% e da additivi naturali come sali di boro. Tra i vantaggi della sua applicazioni vediamo che a differenza degli altri isolanti granulari, la cellulosa non si compatta e non riduce il volume nel tempo. In più, gli additivi aggiunti (sali di boro) sono naturali e non tossici e riescono a conferire alla fibra di cellulosa particolari proprietà come fungicida e repellente naturale contro insetti e topi. Inoltre la fibra di cellulosa in fiocchi può essere applicata con strumenti ad alta pressione così da massimizzarne l’efficienza.

La fibra di cellulosa può essere usata per isolare pareti mediante la tecnica delle intercapedini murarie, per isolare il sottotetto (solaio) sia se sono abitati sia se non sono abitati. Per l’isolamento dei solai, la fibra di cellulosa è posata a secco in modo da eliminare anche i ponti termici.

La fibra di cellulosa può essere impiegata anche per isolare il tetto con una messa in opera che può avvenire tra i puntoni o sopra i puntoni. Per isolare tetti particolari è possibile usare specifici montanti per la posa dello strato coibentante.

Quando non ci sono intercapedini e gli esperti di settore non riescono a trovare altri metodi applicativi, è possibile creare uno spazio isolante con l’impiego del cartongesso.

Isolare con la fibra di cellulosa in fiocchi
Un procedimento di posa più sofisticato prevede l’impiego esclusivo dei fiocchi di cellulosa; la fibra di cellulosa in fiocchi è l’unico isolante a base di cellulosa che può essere applicato mediante il procedimento a spruzzo compatto. In questo contesto, la fibra di cellulosa in fiocchi viene fissata con appositi macchinari ad alta pressione che riescono a offrire un’ottima coibentazione termica e acustica posando un notevole spessore di fibra di cellulosa in fiocchi.

Fibra di cellulosa e detrazioni fiscali

Gli interventi con fibra di cellulosa rientrano nella categoria delle opere di ristrutturazione atte a migliorare l’efficienza energetica dell’edificio. Tali interventi hanno diritto alle detrazioni fiscali che possono arrivare a coprire fino al 65% della spesa richiesta. Tutte le informazioni possono essere reperite nella pagina dedicata alle Detrazioni fiscali per le ristrutturazioni.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 dicembre 2014