Mela caramellata, ricetta semplice

mele caramellate ricetta semplice

Mela caramellata, ricetta semplice e consigli per un’eccellente preparazione. Dalle mele caramellate alle mele al caramello. Intere o a pezzi, ricette e consigli.

Mele caramellate: Candy Apple vs Caramel Apple

Esistono due versioni di mele caramellate, forse, quella che più conosciamo è la Candy Apple, la mela caramellata inglese. La Candy Apple è una mela ricoperta da uno strato di zucchero cristallizzato e sciroppo, dal colore rosso vivo.

Negli Stati Uniti, la mela caramellata è anche detta Taffy Apple o Caramel Apple e consiste in una mela immersa nel caramello caldo e fatta raffreddare. Preparare la mela al caramello in casa, in genere, è più semplice: basterà far fondere il caramello per-acquistato e poi immergere il frutto al suo interno.

mela caramellata

La mela al caramello va consumata prima che il caramello esterno solidifichi del tutto altrimenti diventa più difficile e dura da mangiare.

Le mele al caramello sono divenute molto popolari in diverse zone del globo, da preparare in occasione della festività di Halloween per decorare le mele. Allo strato di caramello vengono aggiunti arachidi o nocciole tritate, scaglie di cioccolato bianco o al latte…

Mela caramellate, ricetta semplice

Le mele caramellate che troviamo in commercio nelle fiere e durante le sagre delle mele, vedono un rivestimento dato da zucchero (bianco o zucchero di canna), sciroppo di mais, acqua, cannella e colorante alimentare rosso.

La ricetta che vedremo è molto semplice e vi aiuterà a preparare mele caramellate senza colorante alimentare. Concedetevi il lusso di evitare ingredienti superflui, la mela caramellata è bella così come è! La stessa ricetta può essere applicata per la preparazione di mele caramellate a pezzi.

Per le mele caramellate a pezzi potete benissimo usare gli stecchi impiegati per gli spiedini. Al contrario, per le mele caramellate intere, avrete la necessità di acquistare appositi stecchi alimentari che sono più spessi e resistenti e hanno una base rettangolare, gli stessi stecchi impiegati per fare lo zucchero filato.
Per farvi un’idea vi rimando alla pagina Amazon “Bacchette per lo zucchero filato e mele caramellate” che mostra gli spiedini da pasticcere, impiegati per waffel, spedini di frutta, mele caramellate e zucchero filato.

Quale mele scegliere da caramellare?

La varietà di mela ideale per la preparazione di mele caramellate è la Granny Smith che è la più usata in Australia, nel Regno Unito, in Giappone e in Canada, è altrettanto adatta la mela Fuji.

  • Mele Fuji
  • Granny Smith

Mele caramellate al forno

Se siete arrivati fin qui in cerca di una ricetta semplice delle mele caramellate, allora la preparazione al forno è quella che fa per voi. Il risultato è esteticamente molto diverso ma il sapore è altrettanto gustoso.

Vi serviranno 4 mele rosse e 4 grossi cucchiai di malto di riso, oppure miele o malto d’orzo.

Dopo aver lavato accuratamente le mele, tagliate l aparte superiore fino al picciolo (la parte superiore dovrà rimanere attaccata). Versate sopra le mele il malto di riso facendo attenzione a far penetrare il fluido anche all’interno della mela, nella vostro taglio.

Fate cuocere la mela caramellata in forno preriscaldato a 200° per 20 minuti.

Mele caramellate, ricetta tradizionale

Da noi in Italia, le mele caramellate si preparano secondo una ricetta leggermente modificata rispetto all’originale che prevede l’impiego di sciroppo di mais. Per la ricetta italiana vi rimandiamo alla pagina come fare le mele caramellate. Per la ricetta semplice tradizionale, gli ingredienti che vi servono sono:

  • 8 mele
  • 2 tazze di zucchero
  • 3/4 di tazza d’acqua
  • 1/2 tazza di sciroppo di mais
  • 1/2 cucchiaino di colorante alimentare rosso

Ingredienti opzionali: qualche goccia di estratto di chiodi di garofano e/o cannella in polvere.

Procedimento:

  1. Lavate le mele e rimuovete l’eventuale strato superficiale cerato.
  2. Inserite lo stecco in ogni mela e lasciatele asciugare bene.
  3. Mescolate lo zucchero, l’acqua, lo sciroppo di mais e il colorante alimentare.
  4. Ponete gli ingredienti sul fuoco e portare a ebollizione. Vi servirà una pentola con fondo molto spesso così da evitare di bruciare lo strato caramellato.
  5. Una volta raggiunta l’ebollizione, abbassate al minimo la fiamma e lasciate sbollire fino al raggiungimento di 290°C.***
  6. Aggiungete l’essenza di chiodi di garofano o la cannella.
  7. Rivestite velocemente le mele con il vostro caramello caldo e fatele raffreddare su un foglio di carta da forno.

*** Un termometro da cucina si compra con una spesa di circa 10 euro, è comodo e lo potete sfruttare in diverse ricette. Se non avete intenzione di comprarlo, per capire quando è il momento di interrompere la cottura del caramello, vi basterà prendere un po’ di caramello e farlo affondare in un bicchiere colmo d’acqua fredda. Se il caramello si solidifica e diventa semi-rigido, allora è perfetto! Se il caramello è ancora molto fragile e tende a scomporsi, allora dovrete prolungare la cottura.

Le mele caramellate possono essere preparate anche nel microonde ma in questo caso è più difficile: gli ingredienti sono gli stessi ma bisognerà interrompere la cottura del caramello ogni 5 minuti per poter mescolare e controllarne la consistenza. Anche in questo caso potete usare un bicchiere d’acqua fredda per capire quando il caramello è pronto.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 marzo 2016