Marmellata di mele acerbe

marmellata di mele acerbe

Marmellata di mele acerbe: ricetta della confettura di mela acerba, dosi, procedimento e varianti (marmellata di mele e more e mele e cannella).

Chi abita in aperta campagna sa bene quanto sono rischiosi i temporali per il raccolto. Una grandinata estiva può fare a pezzi il raccolto di pomodori e dimezzare quello di zucchine e melanzane mentre un forte vento a fine estate può far cadere prematuramente le mele acerbe dall’albero. Le mele acerbe non sono adatte per l’alimentazione umana a meno che non vengano trasformate in confettura.

La marmellata di mele acerbe è un modo per recuperare le mele non mature cadute dall’albero. E’ una confettura alternativa, insolita, ottima per stupide i nostri ospiti sia da servire su del pane tostato (ottimo con uno strato di burro e marmellata) sia per accompagnare formaggi stagionati.

Marmellata di mele acerbe

Ecco il procedimento e le dosi per preparare la confettura di mela acerba. Iniziamo con gli ingredienti:

  • Mele acerbe
  • Zucchero
  • Succo di limone

Le dosi dipendono dal vostro palato. Quanto dolce vi piace la marmellata? Le dosi standard prevedono 800 grammi di zucchero per ogni chilogrammo di purea di mele. Quindi:

  • 1 kg di purea di mele
  • 800 grammi di zucchero
  • il succo di un limone

Procedimento:

  1. Sbucciate le mele e tagliatele a dadi, man mano che le tagliate ponetele in un contenitore coperte da acqua e il succo di un limone. In questo modo eviterete che possano ossidarsi.
  2. Conservate da parte acqua e limone e trasferite le mele in una casseruola. Cuocete le mele fino a quando non saranno divenuta una purea; per evitare che le mele possano attaccarsi al fondo della casseruola, di tanto in tanto, aggiungete qualche tazzina d’acqua e limone.
  3. A cottura ultimata, passate le mele acerbe con il passaverdure in modo da ottenere la purea. Mescolate bene e unite gradualmente lo zucchero rispettando la proporzione scelta in base al peso della purea ottenuta.
  4. Amalgamate bene i due ingredienti e terminate la cottura. Invasate mentre la marmellata è ancora calda.

Marmellata di mele acerbe e cannella

La cannella va incorporata con la marmellata di mele acerbe, mentre le mele già cotte si riducono in purea nel passaverdure. Per aromatizzare un chilogrammo di purea di mele vi basterà un cucchiaino pieno di cannella.

Marellata di mele acerbe e uvetta

L’uvetta è un ottimo ingrediente per rendere più dolce la nostra marmellata senza dover aggiungere ulteriore zucchero alla purea. L’uvetta può essere aggiunta in pezzi, tritata o ridotta in brandelli nel passaverdure o mixer da cucina.

Marmellata di mele acerbe e more

Così come l’uvetta, anche le more ben mature possono rendere la marmellata di mele acerbe più dolce. In questo caso dovrete impiegare meno zucchero, infatti cambiano dosi e ingredienti.

  • more di rovo molto mature
  • mele
  • zucchero
  • succo di limone

Le more e le mele devono essere in quantità uguali, mentre per lo zucchero il rapporto scende a 3:10. Quindi per ogni chilogrammo di frutta vanno impiegato 300 grammi du zucchero. Ecco le dosi:

  • 500 grammi di more ben mature
  • 500 grammi di mele
  • 300 grammi di zucchero
  • succo di un limone

Il procedimento è lo stesso visto nella ricetta di base classica.

Per conservare la marmellata, ricordate di versarla in barattoli sterilizzati e dalla chiusura ermetica. Per aumentare i tempi di conservazione, ponete i barattoli in una pentola molto larga e alta. Coprite i barattoli con dell’acqua e portate a ebollizione. Lasciate sobollire per 20 minuti e poi spegnete il fuoco. Lasciare raffreddare i barattoli in acqua e poi conservateli in un luogo fresco e buio.

Se vi piacciono le marmellate insolite, vi proponiamo la nostra ricetta della marmellata di zucca fatta in casa marmellata di finocchio selvatico. Ti potrebbe interessare anche Tamarindo: pianta e sue proprietà

Ti potrebbe interessare anche l’articolo sulla Pectina di mela

Pubblicato da Anna De Simone il 3 agosto 2016