Mangostano: proprietà, benefici e controindicazioni

Mangostano

Il mangostano è un frutto tropicale, rispetto ad altri è relativamente poco conosciuto ma non per questo dobbiamo pensare che sia meno buono o che faccia meno bene. Vediamo che proprietà ha, gusto compreso, perché lo si può acquistare ed introdurre nella nostra dieta in modo che diventi la più ricca possibile. Possiamo anche usarlo per sorprendere degli amici a cena con un tocco di esotismo. Questo frutto, e la pianta su cui cresce, provengono dal Sud-Est asiatico, il mangostano si presenta con una buccia violacea non troppo attraente ma andiamo oltre: all’interno ha una polpa carnosa.



Mangostano: proprietà

Non essendo molto diffuso, è un frutto ancora poco studiato e ha delle proprietà che possiamo definire presunte ma spesso e volentieri da verificare. Sarebbe un alimento utile per facilitare la digestione soprattutto in caso di gonfiore addominale, oppure per la prevenzione della formazione di gas intestinali, c’è chi afferma sia un trattamento naturale anche per combattere diarrea e costipazione intestinale.

Per via della elevata concentrazione di xantoni che contrastare l’invecchiamento cellulare, il mangostano avrebbe anche delle importanti proprietà antiossidanti e il potere di “bloccare” i processi infiammatori anche se legati ad attacchi virali o batterici. Fa bene anche alla pelle, o almeno così pare: non solo rallenta la comparsa delle rughe ma contrasta le infiammazioni di vario tipo tra cui acne, eczemi e psoriasi, regalandoci una pelle decisamente più elastica e idratata.

Mangostano: proprietà

Mangostano per dimagrire

E’ molto nutriente ma ipocalorico, il mangostano, ma ciò non significa che faccia dimagrire. In verità gli alimenti che fanno dimagrire non esistono, questo frutto inserito in una dieta equilibrata può certamente dare il suo contributo. Il pregio che ha, legato alla linea, è quello di contenere una quantità significativa di fibre ma anche di carboidrati quindi non è bene esagerare. Il mangostano è ricco anche di vitamine e di Sali minerali come calcio, potassio e ferro, scarse invece le quantità di grassi e proteine. Il colesterolo contenuto in questo raro frutto è pari a zero.

Grazie alle fibre il frutto di cui stiamo trattando è in grado di agevolare la motilità del tratto intestinale, c’è chi lo usa infatti come lassativo naturale. Le vitamine che vi possiamo trovare, quelle dei gruppi B e C, sono molto utili per avere una dieta equilibrata, soprattutto in estate.

Mangostano per dimagrire

Mangostano: controindicazioni

La controindicazione relativa al mangostano è una, unica: diffidiamo di chi lo descrive come un frutto magico, che fa dimagrire o addirittura guarire da malattie come il tumore. Sono tutte proprietà da verificare. Quel che è certo è che non fa male, non ha degli effetti nocivi sull’organismo se viene consumato in quantità moderate, come tutti gli altri frutti tropicali, e non.

Quella delle bufale sul mangostano è una questione che risale ai primi anni 2000 quando è stato commercializzato in forma di succo (in Italia dal 2009) e molto pubblicizzato come “la soluzione per tutti i mali” compresi tumori, Parkinson e perfino Alzheimer.

Ad oggi non ci sono studi scientifici che confermano queste sue proprietà ‘miracolose’, meglio quindi non contarci troppo. Possiamo tranquillamente mangiarlo ma senza illuderci e verificando di non essere ipersensibili o allergici alla frutta. Chi ha l’intestino delicato è bene che non si faccia delle scorpacciate di mangostano

Mangostano in farmacia

Il motivo per cui questo frutto può essere acquistato in farmacia è che in alcune parti del mondo è stato classificato come integratore e superfood, lo si trova sugli scaffali in vari formati, come succo anche come olio, in forma di caramelle e pastiglie di integratori.

Mangostano in farmacia

Mangostano: sciroppo e succo

Tolta la buccia, il mangostano può essere utilizzato per preparare dei succhi se non lo si vuole mangiare intero, come frutto. La sua polpa bianca è invitante, ha un sapore dolce e gustoso. C’è una parte di polpa anche violacea che può essere utilizzata per preparare sia il succo sia lo sciroppo, le uniche cose a cui stare attenti sono le macchie. La quota viola della polpa lascia il segno! Possiamo trovare il mangostano anche come ingrediente per arricchire altre ricette, non solo dolci ma anche salate, oppure, agro dolci.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 8 agosto 2018