Mandarino, proprietà e benefici

mandarino proprietà

Mandarino: proprietà, informazioni nutrizionali e usi nella medicina tradizionale cinese e indiana. Tutte le informazioni sulle proprietà dei mandarini.

Il mandarino, botanicamente Citrus reticulata, è un agrume noto in molte parti del mondo come “arancia mandarino” proprio per la sua somiglianza all’arancia. Gli usi culinari del mandarino sono molteplici, per citarne qualcuno vi parliamo della produzione di liquori, gelatine, cioccolata aromatizzata…

La scorza essiccata del mandarino è usata come condimento e molto popolari sono le scorzette di mandarino rivestite di cioccolato. Il mandarino si presta per la preparazione di confetture e frutta candita. Del mandarino, non interessano solo gli usi culinari: questo agrume è molto usato in medicina.

mandarino usi

Proprietà nutrizionali del mandarino

Il mandarino è un frutto relativamente ipocalorico. Contiene 53 calorie per 100 grammi di prodotto e apporto un interessante profilo di micronutrienti, in particolare calcio e vitamina C. Di seguito è riportata la tabella con le proprietà nutrizionali del mandarino riferite a 100 grammi di prodotto.

  • Energia: 53 kcal
  • Carboidrati: 13.34 g.
    Di questi, 1.8 g da fibra alimentare e 10.58 g da zuccheri.
  • Grassi: 0,31 g
  • Proteine: 0,81 g
  • Vitamine
    -Vitamina A 34 mcg
    -Beta carotene 155 mcg
    -Tiamina (vitamina B1) 0,058 mg
    -Riboflavina (vitamina B2) 0,036 mg
    -Niacina (vitamina B3) 0,376 mg
    -Acido pantotenico (vitamina B5) 0,216 mg
    -Vitamina B6 0,078 mg
    -Folate (vitamina B9) 16 mcg
    -Colina 10,2 mg
    -Vitamina C 26,7 mg
    -Vitamina E 0,2 mg
  • Minerali
    -Calcio 37 mg
    -Ferro 0,15 mg
    -Magnesio 12 mg
    -Manganese 0,039 mg
    -Fosforo 20 mg
    -Potassio 166 mg
    -Sodio 2 mg
    -Zinco 0,07 mg

Gli apporti qui indicati sono stati tratti dal database nutrizionale della USDA. Le unità di misura si rifanno al sistema internazionale, mcg sta per microgrammi mentre mg per milligrammi.

Come è chiaro dal profilo nutrizionale, il mandarino è un frutto ricco di vitamine e può essere considerato un autentico toccasana per la salute. Stando a un gruppo di ricercatori australiani, un consumo costante e protratto nel tempo di mandarini e arance, andrebbe a ridurre il rischio di contrarre cancro nel tratto digestivo riducendone le possibilità di insorgenza del 50%.

Proprietà medicinali del mandarino

Nella medicina tradizionale cinese, la buccia essiccata del frutto è utilizzata nella regolazione del ch’i e per il trattamento di spasmi addominali così come per risolvere problemi digestivi. Nella medicina tradizionale indiana (medicina Ayurveda), il mandarino è usato per contrastare il catarro e per combattere un gran numero di disturbi.

Dalla buccia di mandarino è estratto il suo olio essenziale che si presenta come un liquido giallo oro, leggermente fluorescente. L’olio essenziale di mandarino è molto popolare in aromaterapia ed è definito un vero toccasana da chi cerca rimedi naturali contro la cellulite.

Del mandarino non interessano solo le proprietà nutrizionali, con un apporto di micronutrienti del genere, è facile intuire che il mandarino può aiutare a rinforzare le difese immunitarie, fa bene alla salute della pelle e dei capelli. Non è solo la polpa del mandarino a interessare, anche la buccia nasconde interessanti proprietà.

La buccia è ricca di limonene, una sostanza da forte potere antiossidante che aiuta il nostro organismo a combattere i radicali liberi e quindi l’invecchiamento.

Il mandarino nelle cultura popolare

Durante il capodanno cinese, i mandarini sono considerati simboli di abbondanza e fortuna. Grazie alla simbologia che nasconde, il mandarino viene usato un po’ come il nostro vischio, per decorare porticati o come dono da fare agli amici più cari.

Anche in Giappone il mandarino è un frutto molto importante, tanto da essere inserito nella calza di Natale a simboleggiare una sfera d’oro. Gli immigrati giapponesi, nel 1980 hanno portato la stessa usanza anche negli Stati Uniti, in Canada e in Russia.

Produzione e raccolta dei mandarini
Stando alle statistiche, nel mondo, i paesi con un volume produttivo più elevato sono Cina, Spagna, Brasile, Giappone, Turchia e solo al sesto posto figura l’Italia, seguita da Egitto Marocco, Corea e Stati Uniti.

Ti potrebbe interessare l’articolo sul Mangostano

Pubblicato da Anna De Simone il 2 gennaio 2016