Maggiolino, insetto pericoloso: prevenzione e come combatterlo

maggiolino insetto prevenzione come combatterlo

Il maggiolino è un insetto coleottero particolarmente diffuso nell’Italia settentrionale. Il suo nome scientifico è Melolontha melolontha. L’apice della sua diffusione viene raggiunta nei mesi primaverili di aprile e maggio, da cui il nome che ne deriva.

Riconoscere il maggiolino non è particolarmente complicato: con una lunghezza di circa 30 mm, il maggiolino insetto presenta una forma allungata di color bruno scuro decisamente meno gradevole della coccinella rossa con macchie nere.



Le larve del maggiolino sono lunghe circa 40 mm, di color bianco.

Ma vediamo subito perché il maggiolino è un insetto pericoloso per le coltivazioni. Il motivo è semplice e duplice: il maggiolino adulto si nutre di foglie risultando dannoso per le vostre piante, le sue larve invece si nutrono delle radici, bloccando la crescita delle vostre piante.

Il periodo larvale del maggiolino  può durare circa 1 anno dal momento in cui si svolge 30 cm sotto terra. Il ciclo vitale del maggiolino è di 2/3 anni.

Maggiolino, un insetto capace di generare gravi danni alle piante

L’insetto coleottero maggiolino può essere una specie molto dannosa per le vostre piante, tra le sue vittime preferite troviamo le foglie degli alberi da frutto.

Un attacco massiccio del maggiolino insetto provoca la defogliazione totale della pianta.

Ancor più pericoloso è l’attacco delle larve perché come scritto sopra, esse si nutrono delle radici delle vostre piante portandole al collasso nel giro di 24 ore.

Maggiolino: prevenzione

Prevenire è senz’altro meglio che curare! Soprattutto se vi ritrovate a dover utilizzare dei prodotti chimici.

Come è possibile svolgere un’accurata prevenzione alle vostre piante contro questo micidiale parassita?

Il miglior metodo per prevenire contro le larve del maggiolino insetto è smuovere costantemente il terreno.

Un terreno compatto è l’habitat naturale della larva del maggiolino insetto, smuoverlo renderà molto difficile l’insediamento di questo parassita.

Un’ulteriore strategia per combattere il maggiolino è quella di installare sui tronchi delle vostre piante una casetta per pipistrelli, la cosiddetta “bat box”.

Il pipistrello è infatti uno dei principali predatori d’insetti e coleotteri e inoltre costituisce un rimedio totalmente naturale che permette quindi di non utilizzare insetticidi chimici.

Se volete provare a combattere i maggiolini tramite l’utilizzo di pipistrelli potete provare ad acquistare la casetta direttamente su Amazon seguendo questo link.

Un altro metodo efficace contro il maggiolino è l’utilizzo di concimi organici molto maturi che renderanno poco gradevole il terreno per questo parassita.

Ultimamente si stanno utilizzando anche corvi e soprattutto ditteri che si nutrono delle larve del maggiolino.

Maggiolino insetto: come combatterlo

Purtroppo per le vostre piante qualora fosse già in corso un attacco del maggiolino, l’unica soluzione possibile è combatterlo attraverso diversi interventi congiunti.

Come detto in precedenza se notate le larve (soprattutto in inverno) smuovete il terreno, così facendo le larve moriranno di freddo nel giro di pochi giorni.

In caso d’infestazione dovrete utilizzare dei pesticidi appositi per maggiolino, usando l’accortezza di applicarli la mattina presto quando il clima è ancora umido, così da per aumentarne l’efficacia.

Il maggiolino e la coccinella sono lo stesso insetto?

Molte persone sono convinte che il maggiolino e la coccinella siano lo stesso insetto mentre in realtà si tratta di due specie totalmente diverse.

A differenza del maggiolino la coccinella è lunga al massimo 10 mm ed è caratterizzata da una forma rotonda con colori contrastanti e una maculatura parecchio vistosa, rossa con puntini neri.

La coccinella al contrario del maggiolino non crea problemi alle coltivazioni e al contrario può essere utile in quanto si nutre di acari.

Pubblicato da Matteo Di Felice il 23 Aprile 2019