Coccinella amica delle piante

Una coccinella

Con l’avvicinarsi dell’estate anche sui balconi e sui terrazzi di città fa la sua comparsa la coccinella, con i suoi caratteristici colori contrastanti che spiccano dal fogliame degli arbusti ornamentali.

La coccinella: caratteristiche

Questi insetti, appartenenti al gruppo dei coleotteri e presenti in tutto il mondo con circa 6.000 specie descritte, sono preziosi aiutanti dei giardinieri e vanno protetti rispettati. A dire il vero le vere amiche delle piante sono larve delle coccinelle che, a differenza di quelle di numerosi altri insetti, non si nutrono di vegetali (e quindi non danneggiano le piante coltivate)ma sono carnivore e si cibano di una grande quantità di larve di insetti nocivi per le colture.

Per questo motivo non ci deve preoccupare se sulle foglie delle piante che decorano terrazzo e balcone si scoprono le piccole uova nere delle coccinelle: le larve che si schiuderanno sono tra i peggiori nemici degli afidi e delle cocciniglie, basti pensare che ogni larva, dal momento della nascita a quello della metamorfosi, divora da 200 a 600 afidi.

La lotta agli insetti nocivi realizzata in questo modo prende il nome di lotta biologica e ha il vantaggio di non immettere sostanze inquinanti nell’ambiente, in modo particolare insetticidi. L’uso degli insetticidi è inoltre da evitare proprio perché insieme agli insetti dannosi elimina dall’ambiente anche quelli utili, come per esempio la coccinella. L’ideale sarebbe che la natura potesse realizzare i propri equilibri senza alcun intervento di tipo chimico.

Pubblicato da Michele Ciceri il 11 giugno 2012