Ma il mare non vale una cicca?

I volontari hanno già salvato le spiagge e il mare da quasi otto milioni di cicche di sigarette con le edizioni precedenti di “Ma il mare non vale una cicca?” Iniziativa che torna sulle coste italiane per liberare 350 spiagge dai mozziconi di sigaretta. Le date fissate per l’appuntamento sono il 4 e il 5 agosto, la campagna di Marevivo vuole salvaguardare gli oltre 8.000 km di costa della Nazione, un’impresa difficile ma resa possibile da oltre 1.000 volontari.

GUARDA LE FOTO DELLA CAMPAGNA LANCIATA DA MAREVIVO

Ci vogliono fino a cinque anni per smaltire un filtro di sigarette. Con 600 mila filtri al giorno si possono ricoprire 18 km di costa ininterrotta corrisponde all’equivalente dell’altezza di due monti Everest. Durante le giornate di sabato 4 e domenica 5 agosto, 1000 volontari guidati dall’associazione Marevivo, distribuiranno 100.000 dispenser posacenere in circa 350 spiagge. Se si calcola che saranno depositate 6 cicche di sigaretta per ogni posacenere, in un sol colpo si potranno salvare almeno 18 km di costa!

L’iniziativa è partita nel 2009 e per questa quarta edizione, il testimonial sarà l’attore di teatro, cinema e televisione, Sebastiano Somma. Per le passate edizioni si annoverano talenti come Giuseppe Fiorello e Margherita Buy. I mozziconi di sigaretta rappresentano il 40% dei rifiuti nel Mar Mediterraneo, un grosso rischio per la sopravvivenza delle biodiversità marine come cetacei, tartarughe, pesci e uccelli che popolano i nostri mari.

GUARDA LE FOTO DELLA CAMPAGNA LANCIATA DA MAREVIVO

Ma il mare non vale una cicca?” è un’iniziativa realizzata con il patrocinio del ministero dell’AMbiente, del Corpo delle Capitanerie di Porto e il supporto del Sindacato italiano balneari. Per le spiagge coinvolte, consultate l’infografia nella galleria fotografica.

Pubblicato da Anna De Simone il 30 luglio 2012