Le bevande che ricaricano il cellulare

Un tè freddo o una cioccolata calda possono ricaricare il cellulare. In che modo? Grazie a un dispositivo che sfrutta il gradiente termico per produrre elettricità.

Se, come me, in questo momento siete seduti davanti a un computer sorseggiando una tazza di tè bollente, allora avete la possibilità di sfruttare il calore della vostra tazza per ricaricare lo smartphone.

Epifania Labs ha concluso con successo la sua campagna di raccolta fondi per finanziare la produzione di onE Puck. La campagna si è conclusa pochi giorni fa sul portale Kickstarter, sono stati raccolti più di 100 mila dollari; il progetto prenderà vita il 6 aprile e vedrà la produzione di onE Puck.

onE Puck è un dispositivo perfetto per chi ama la tecnologia e i gadget ecofiendly ma è ancora più utile per i campeggiatori che vivono a stretto contatto con la natura, lontani da reti elettriche. onE Puck sfrutta la differenza di temperatura tra una tazza molto calda (o una bevanda ghiacciata!) e l’ambiente.

I primi prototipi di onE Puck sono stati venduti a un prezzo di 99 dollari. Sono compatibili con la stragrande maggioranza di smarphone: iPhone, telefoni Android, iPod e qualsiasi dispositivo che utilizza un caricabatterie USB a 1000 mA a 5V cc, per un totale di 5 watt. onE Puck è piccolo, leggero e tascabile.

Supponiamo di essere fuori al bar, con solo il 5% di ricarica. A questo punto ci basterà ordinare un tè caldo -o una capiroska ghiacciata!- per poter alimentare la batteria del nostro smarphone.

Ti potrebbe interessare anche Cioccolata Calda Densa: come farla e calorie

Pubblicato da Anna De Simone