Lampade di sale dell’Himalaya

lampade di sale

Per la produzione delle lampade di sale si sfruttano grandi rocce di cristallo, estratte in Europa e in Asia. Una lampada di sale, infatti, altro non è che un aggromerato di cristalli di sale dell’Himalaya che accoglie al suo interno una lampadina o una candela.

Le lampade di sale, oltre a essere molto graziose, annoverano diverse proprietà. Quando accese, le lampade di sale emettono una luce morbida e insieme a essa, a parere degli esperti, i cristalli di sale ionizzano l’aria.

Stando a quanto riportato nel libro intitolato “Depression: the way out” (Ardmore, Nedley Publishing, del dottor Neil Nedley), pubblicazione che tratta in maniera dettagliata delle vie di uscita dalla depressione, le lampade di sale, sprigionando ioni negativi nell’aria, riuscirebbero a migliorare l’umore e ad avere un effetto positivo sulla salute psicofisica di chi vive quell’ambiente.

Pariamo dall’inizio: l’Himalaya Himalaia è la catena montuosa conosciuta come Tetto del Mondo. Sorge in Asia e separa l’India, il Pakistan, il Nepal e il Bhutan dalla Cina. L’Himalaia è lunga circa 2.400 km e verso occidente si connette verso la catena dell’Hindu Kush afgano. E’ la catena montuosa dell’Himalaya a sfoggiare le vette più alte del mondo: Monte Everest, K2 e Kanchenjunga.

Le lampade di sale sono descritte come ionizzatori naturali dell’aria: come funzionano? Stando agli esperti, grazie al calore sviluppato dalla lampada posto al centro del blocco di sale, si andrebbe a creare un movimento elettromagnetico che vedrebbe gli ioni positivi presenti nell’aria intorno alla lampada di sale convertiti in ioni negativi. Tale conversione avverrebbe senza l’impiego di filtri da sostituire periodicamente o di sostanze pericolose, solo grazie ai cristalli di sale che costituiscono la stessa lampada.

Affinché il processo di ionizzazione sia sufficiente, si consiglia di tenere accesa la lampada di sale per almeno 5 ore al giorno: la ionizzazione avverrà anche dopo lo spegnimento della lampada, fin quando il blocco di sale sarà caldo, gli ioni positivi presenti nella stanza continueranno a essere convertiti in ioni negativi.

I benefici e le proprietà delle lampade di sale

I benefici legati all’uso delle lampade di sale sarebbero legati direttamente alla capacità di ionizzare l’aria con ioni negativi. Gli ioni negativi presenti nell’aria riuscirebbero a incrementare la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore che combatte sbalzi d’umore, depressione, svogliatezza, irritabilità, difficoltà nel concentrarsi… In più, tra i benefici connessi all’impiego delle lampade di sale gli esperti annoverano anche un miglioramento del sistema immunitario e una riduzione delle allergie respiratorie. L’uso delle lampade di sale sarebbe indicato specialmente a chi soffre di crisi d’asma o chi è incline a contrarre raffreddore e influenza.

Dove comprare la lampada di sale

Le lampade di sale possono essere acquistate presso negozi di design, arredo e negozi specializzati in articoli etnici e rimedi naturali. Al momento dell’acquisto assicuratevi di prendere una lampada di salgemma naturale himalayano. In commercio se ne trovano di qualsiasi forma e dimensione: levigate o al naturale. Il prezzo di queste lampade varia molto, come spesso accade le migliori proposte d’acquisto vengono dal web dove c’è maggiore concorrenza. Vi segnalo due delle migliori lampade di salgemma naturale presenti su Amazon:

Lampada di sale Salgemma dell’Himalaya – Palla Di Fuoco
Si tratta di un cristallo di salgemma levigato a forma sferica. Di grande effetto se si vuole sfoggiare in un salone ben arredato. E’ alta 17 cm e pesa 4 kg. Il prezzo è di circa 35 euro compreso di spese di spedizione.

Lampada di sale Salgemma dell’Himalaya
I cristalli di sale provengono dal Pakistan, ha un’altezza di circa 20 cm e un peso che può oscillare tra i 4 e i 6 kg. Il prezzo è di circa 25 euro compreso di spese di spedizione.

Attenzione!
La lampada di sale potrebbe usurarsi più velocemente se in casa avete problemi di forte umidità. 
La lampada di sale può essere usata anche per eliminare l’umidità dall’aria ma il suo impiego è consigliato solo quando il grado di umidità non è eccessivamente elevato. Se avete grossi problemi di umidità in casa potrebbe esservi d’aiuto l’articolo: “Umidità in casa, rimedi naturali“.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 giugno 2015