Lampada LED di Cioccolato

E’ stato difficile capire in quale categoria inserire questo articolo, se nella sezione dedicata al risparmio energetico oppure all’alimentazione!

San Valentino è alle porte e in questa occasione il cioccolato fa da padrone, anche se qualcuno necessita di una dieta ipocalorica… in questa occasione un’eccezione va bene e che eccezione: è raro vedere una congiunzione tra cioccolato e tecnologia, una di queste rarità è proposta dal designer Alexander Lervik. Il designer, ispirandosi al sorgere del sole, ha creato una lampada a LED realizzata in cioccolato fondente. E’ proprio il calore del LED che fonde il cioccolato creando sfumature di luce e delizioso piacere dolce.

La lampada a LED si chiama “Lumière au Chocolate”, “ombra di cioccolato”. La lampada a LED di cioccolato, si presenta con una forma piramidale, alla piramide di cioccolato è stata rimossa la punta per consentire al calore di aggire sul guscio di cioccolato in modo uniforme. Lentamente, come il sole nascente, così la luce prende vita fino a penetrare la scocca di cioccolato.

L’unico effetto collaterale: la lampada a LED di cioccolato dura solo 15 minuti! Dopo circa 15 minuti il cioccolato si è sciolto, convogliato in una sorta di piatto, può essere gustato come fonduta con frutta e biscotti, oppure mangiato appena solidificato. Certo, la lampada a LED continuerà a funzionare ma avrà perso tutta la poesia e la dolcezza del cioccolato.

La trovata del designer Lervik è quasi poetica, in un primo mento vige l’oscurità, in seguito la luce riesce a penetrare e farsi strada tra il cioccolato. La luce trionfa e la dolcezza fonde alla base. Certo, questa lampada LED al cioccolato non è affatto pratica ma può essere perfetta in contesti particolarmente romantici. I ristoranti potrebbero proporla ai tavoli delle coppie più innamorate così il cioccolato si scioglie mentre i clienti gustano la loro cena e hanno del cioccolato ancora caldo appena in tempo per il dessert!

Pubblicato da Anna De Simone il 10 febbraio 2013