I cellulari sono più sporchi dei WC

Un telefono cellulare è più sporco di una toilette! Ad affermarlo sono i ricercato dell’Università dell’Arizona. In Italia ci sono quasi 99 milioni di abbonamenti alla telefonia mobile con un’attività altissima: chiamate, sms, messaggi istantanei, social network, posta elettronica e molto altro. Utilizzare il proprio cellulare significa esporsi a un gran numero di germi e batteri, una quantità che supera dieci volte quella che si può trovare in una toilette!

A dismostrarlo sono stati i test condotti da Charles Gerba, microbiologo dell’Università dell’Arizona. Ma come finiscono germi e batteri sul nostro cellulare? Il telefono passa spesso tra le nostre mani e quelle dei nostri amici. Le nostre mani non sono sempre così igienizzate e in più, per utilizzarlo troppo spesso lo portiamo vicino alla nostra bocca. E’ così che la superficie del nostro smartphone diviene il sito di deposito di germi e batteri.

Se prestiamo il cellulare a un amico, questo depositerà una parte dei suoi batteri sul nostro dispositivo, peggio ancora se ha i tasti! Poiché i telefoni cellulari sono dispositivi elettronici, molte persone sono reticenti a pulirli. Il professor Gerba consiglia di pulire regolarmente il cellulare utilizzando un semplice antibatterico. I cellulari non sono affatto green e costituiscono un pericolo per la salute pubblica sia durante il loro utilizzo che al termine del loro ciclo di vita a causa del loro difficile smatilmento.

Una precedente ricerca ha messo in evidenza le false credenze della nostra società: non è tutto oro ciò che luccica e soprattutto, non è tutto pulito quello che ci aspettiamo che lo sia!

Gli scienziati britannici hanno portato alla luce una realtà piuttosto disgustosa: in Italia ci sono 102.575.288 carte di credito attive, su carte di credito e bancomat si depositano batteri come Bacillus e Pseudomonas, microrganismi che causano malattie intestinali come la diarrea, gli stessi batteri presenti nei bagni pubblici.

Anche la tastiera del nostro computer non è così sicura! I test condotti dal team britannico hanno rilevato la presenza di coliformi, Staphylococcus aureus, enterobatteri e altri batteri capaci di causare intossicazioni alimentari. Un potenziale pericolo per la nostra salute. Fortunatamente prima di passare alla rassegna di questo articolo ho provveduto a igienizzare il tutto con dell’amuchina… telecomando compreso!

a cura di Anna De Simone

Pubblicato da Anna De Simone