Gioia di vivere: come arrivarci

Gioia di vivere

La gioia di vivere non la si può fingere, non la si può comprare, la si può perdere, e purtroppo accade spesso, ma la si può anche conquistare. Siete pronti? In questo articolo non mi aspetto di svelare chissà quale segreto della felicità. La gioia di vivere è diversa dalla felicità, è una sensazione più duratura e, forse anche per questo, più difficile da fare propria. Con qualche trucco, un consiglio, il cibo giusto e un sano stile di vita, vedrete che è tutto più semplice, essenziale per provare la gioia di vivere è anche la buona compagnia, di amici e famigliari, e anche di animali.



Gioia di vivere: cosa è

Difficile descrivere la gioia di vivere a parole, è una definizione da un lato già chiara da sola, dall’altra quasi vaga perché troppo ampia. Perché si dovrebbe essere felici di vivere con tutte le magagne e le fatiche quotidiane, si chiederanno i più pessimisti e cupi… Possiamo vederla così ma anche diversamente ed è proprio nella scelta di un differente punto di vista che sta la gioia di vivere.

Più che raccontarla vediamo come poterla raggiungere. Ad esempio cominciando a pensare che la felicità anche quotidiana dipende da noi.A noi scegliere quali gesti possono turbarci e farci arrabbiare, a noi decidere a cosa dare importanza e a cosa no. Il baricentro deve restare in noi, in mano a noi il timone della nostra esistenza in modo da poterci dirigere verso orizzonti sereni.

La gioia di vivere non è uno stile di vita ma un modo di pensare che non dipende dai nostri programmi quotidiani, dal nostro lavoro o dai nostri hobby. Sta ad esempio nel non far dipendere la nostra gioia da fattori esterni, Se conduciamo una vita in cui tutti i motivi di felicità sono legati all’altro, alla conquista di una persona o di un traguardo, al guadagno di denaro o ad un riconoscimento ricevuto da qualche ente o entità estranea a noi, siamo destinati ad essere delle persone sempre un po’ soddisfatte

Aspettare le il mondo ci dia motivi per provare gioia di vivere non è una strategia vincente. Ciò che viene suggerito è di intendere la felicità come un traguardo legato ad un processo interiore di cambiamento. Le persone piene di gioia di vivere non sono fortunate e basta, hanno compiuto un intenso lavoro su loro stesse e hanno raggiunto uno stato mentale propenso a provare felicità e soddisfazione, grazie o nonostante ciò che accade loro.

Un altro gesto che aiuta a provare la gioia di vivere e , soprattutto, fa in modo che non scompaia, è il ringraziare. Non solo le persone, ma anche in generale. Ringraziare per il fatto di svegliarci alla mattina e di avere davanti a sé una intera bella giornata da vivere, ringraziare per tutto ciò che ci strappa un sorriso anche banale, ringraziare per ciò che abbiamo attorno, addosso o davanti.

Lamentarsi non premia, mette di cattivo umore e, io ne sono convinta, porta anche un po’ sfortuna. Chi si lamenta spesso attira le sfighe e i problemi di salute, è anche dimostrato che non fa bene stare per lunghi periodi di cattivo umore. Oggi può capitare che in certi contesti il lamento e la critica siano il modo di porsi più comune e gettonato, ma non è seguendo questa via che si arriva a provare gioia di vivere. Ringraziate, fatela diventare una abitudine giornaliera, e vedrete che arriverà gioia giornaliera, a piccole dosi sempre più grandi.

Gioia di vivere: cosa è

Gioia di vivere: esempi

Vuoto di mente se vi chiedo di pensare a dei momenti in cui avete provato gioia di vivere? No, non ci credo, basta pensarci bene e soprattutto non andare in cerca di occasioni da sogno, di minuti in cui ci siamo messi a saltare dalla contentezza. La gioia di vivere non è quella che ti toglie il respiro, è una sensazione più continuativa, non meno intensa ma più semplice e che ci accompagna per giorni, mesi e anni, se sappiamo coltivarla, Come provarla?

Guardando un bel panorama, accarezzando il nostro cane o sentendo le fusa del nostro gatto. Mangiano una buona pizza o un cioccolatino ripieno alla ciliegia, ascoltando una melodia angelica. Abbiamo cinque sensi, usiamoli tutti per captare dei motivi per essere felici.

Gioia di vivere: cosa mangiare

Ho citato la pizza e il cioccolato, non a caso, perché si tratta di cibi che piacciono, che a volte creano sensi di colpa ma che sono invece un’ottima fonte di felicità. Vorrei farvi un elenco di cibi che portano gioia, inizio a rimandarvi a quello dei cibi afrodisiaci che vi può essere utile in tal senso. Per il resto, mi sento di dirvi che i cibi per la gioia sono quelli che amiamo, qualsiasi essi siano, pizza e cioccolato, forse, ma magari pasta e gelato, patatine e pollo arrosto.

Gioia di vivere: cosa mangiare

Solo voi la potete sapere, la vostra ricetta della felicità.

Gioia di vivere nella natura

Un’ottima pratica per godere della gioia di vivere immersi nella natura è quella della SILVOTERAPIA: la conoscete? Si tratta di una tecnica che vi spiega come abbracciare gli alberi ma anche come stare immersi nel verde godendone appieno. Il benessere che si ricava è sia fisico che psicologico.

Gioia di vivere: libri

Non ho esitazioni. Se volete scoprire il segreto della vera gioia di vivere non posso che consigliarvi “La legge del contrario” di Oliver Burkeman. Buona lettura e buona vita!

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche suTwitter,Facebook,Google+

Pubblicato da Marta Abbà il 16 Dicembre 2018