Gatto Selkirk Rex: caratteristiche e origini

Gatto Selkirk Rex

Se conosciamo questo gatto, lo ricordiamo sicuramente per un motivo: per i suoi riccioli. La principale caratteristica del Gatto Selkirk Rex infatti è proprio il suo mantello che sembra sia stato sistemato apposta così. Razza rara e poco nota, andiamo a conoscerla meglio.



Gatto Selkirk Rex: caratteristiche

Sempre conservando i suoi riccioli tanto invidiati da altre razze, il Selkirk Rex può avere sia il pelo lungo sia il pelo corto. E’ un gatto di dimensioni medie ma con un corpo prestante, la struttura robusta e la muscolatura consistente. La testa ha forme rotonde e risaltano i suoi occhi grandi, un po’ ipnotici. Passiamo alla coda che sembra più grossa di quello che è per via del pelo, ricciolo anche qui, ma è di fatto una coda lunga e con una leggera ondulazione. Certamente il pelo riccio resta la sua caratteristica, quella che lo rende inconfondibile, e sono arricciati perfino i baffi e le sopracciglia, e anche i peli che crescono all’interno delle orecchie. Sembra incredibile ma è così.

Gatto Selkirk Rex: carattere

La sua indole è tranquilla. Non siamo di fronte a una di quelle razze con un carattere in trattabile o incontenibile, ciò non significa che questo gatto sia flemmatico ma che non ci farà più di tanto impazzire. E’ intelligente e curioso, ama giocare e cerca il rapporto con noi, si affeziona ma sa farsi i fatti suoi e non ci perseguita in giro per casa come invece accade con altri gatti, decisamente dipendenti dal padrone. Questo gatto ricciolino convive serenamente anche con altri animali domestici, non solo con altri gatti.

Gatto Selkirk Rex: mantello

Descritto come di taglia medio grande, questa razza ha un mantello originale e unico, sia che sia a pelo corto che a pelo lungo. E’ dotato di una tessitura soffice e piena, non aderisce al corpo ed è uniforme anche se nella variante a pelo corto è meno felpato. L’aspetto più affascinante dei riccioli sta nel fatto che non sono regolari ma totalmente casuali, come riccioli ribelli, singoli e causali. Non si può quindi parlare di gatto con pelo ondulato, ma piuttosto cespuglioso… ribelle…o con boccoli.

Non tutti gli esemplari di questa razza hanno gli stessi riccioli, le loro caratteristiche cambiano con l’età e anche con il sesso di ogni animale. E’ anche una questione genetica legata all’effetto del gene “rex”. Può capitare in alcuni gatti che magicamente non compaiano ricci intorno al collo, sulla coda e sul ventre ma non è un tratto che viene penalizzato a livello di standard di razza. Abbiamo insistito tanto con i riccioli ma senza dire ancora nulla sul colore.

In effetti non c’è molto da dire perché è lo stesso rigido standard della razza a dare via libera per tutti i colori possibili, comprese le combinazioni che includono anche il bianco.

Gatto Selkirk Rex

Gatto Selkirk Rex: standard

Partiamo dalla testa di questo gatto, tonda e grande rispetto al corpo, senza certo essere deforme. Il muso ha una forma arrotondata, la sua lunghezza è il doppio della sua larghezza e ha un portabaffi prominente, ma non troppo. Visto di profilo il naso ha uno stop e sembra leggermente inclinato verso il basso mentre le guance sono decisamente piene. Le orecchie spuntano distanti sulla testa e sono larghe alla base ma si assottigliano verso la estremità.

Nella maggior parte degli esemplari sono coperte dal pelo arricciato. Gli occhi sono grandi e tondi, come la testa, posizionati in modo che l’angolo esterno sia più in alto di quello interno, e possono assumere qualsiasi colore, come il pelo, senza nessuna particolare regola, anche rispetto a quello del pelo.

Passiamo al corpo del Gatto Selkirk Rex, un animale robusto ma affatto tozzo. Ha la schiena diritta che nella parte posteriore è un po’ più alta, le spalle e i fianchi sono larghi uguali mentre il torace ha una forma squadrata e parecchi muscoli. Le zampe mantengono la struttura del corpo quindi sono di ossatura forte e terminano con piedi grandi, tondi e forti.

Gatto Selkirk Rex: origini

E’ dall’incrocio con un gatto persiano e uno comune nasce questa razza, comparsa un po’ per caso ma che è molto piaciuta, già subito, nel 1987 quindi piuttosto di recente. Non si può parlare di razza antica. Riconosciuta solo dalla TICA, questa razza è legata alla presenza del gene che determina l’aspetto del pelo, un gene che gli esperti hanno ritenuto nuovo ed unico, e soprattutto non accumunabile al gene del Devon e del Cornish Rex.

Gatto Selkirk Rex: cure

Affettuoso e disciplinato, questo gatto non ha bisogno di particolari cure o attenzione se non per quanto riguarda il pelo che deve essere per forza spazzolato almeno 3 volte alla settimana. Sia per motivi di igiene generale, sia per la salute del gatto stesso.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebook e Instagram. 

Pubblicato da Marta Abbà il 10 Maggio 2019