Gatto Manx: carattere e prezzo

gatto manx

Gatto Manx o Gatto dell’Isola di Mann, è un felino inglese che ricade nella categoria degli shorthair e somali anche se facilmente riconoscibile per la sua caratteristica più visibile. Non ha la coda. Ciò non gli causa problemi né di comunicazione né di equilibrio, anzi, si dimostra un cacciatore fenomenale: con movimenti rapidi, mosse letali e attività instancabile, è il gatto preferito da chi abita in aperta campagna e deve difendersi dai piccoli roditori.



Gatto Manx: carattere

Pur essendo un grande predatore, dato che non siamo topi o simili, con noi il Gatto Manx è molto affettuoso e giocherellone. Ha qualche lato di carattere che lo fa sembrare strano, simile più ad un cane che a un gatto, come la mania di riportare gli oggetti lanciati, di scavare e seppellire i giocattoli, di ringhiare quando sente rumori sospetti.

Come ogni bravo gatto, però, anche questo isolano caccia i topi, in appartamento però è diligente, non fa pasticci, anzi, si gode il confort e la compagnia. Se gli diamo ordini, è piuttosto ubbidiente, come lo può essere un gatto, e in presenza di altri animali, non è un animale litigioso, con gli estranei non è timido.

Gatto Manx: allevamenti

Il Gatto Manx è allevato soprattutto in Inghilterra, sulla sua Isola, soprattutto. Il primo club dedicato a questa razza è stato fondato proprio dai britannici nel 1901. Allevarlo non è cosa scontata perché il fatto di non avere la coda è dovuto ad una mutazione genetica avvenuta nell’isola di Mann e il gene è semi letale, quindi gli incroci vanno ben studiati per evitare cucciolate con molti gattini destinati a morire.

gatto manx

Gatto Manx Longy

Del Gatto Manx esistono più varietà, quella “Longy” si distingue perché i suoi esponenti hanno la coda, quasi normale, poi c’è la varietà “Rumpy”, totalmente priva di appendice, con una fossetta alla base della colonna vertebrale, e infine la”Rumpy Riser“. I Gatti Manx di quest’ultima sotto categoria hanno da una a tre vertebre sacrali, gli “Stumpy” possiedono un breve moncone di coda.

Al di là della coda, semi coda, o coda assente, il pelo di questo gatto è sempre soffice, molto somigliante a quello dei conigli da cui prende anche l’andatura saltellante. I colori ammessi dallo standard spaziano dal bianco, black, blu, red al cream ma ci sono anche i cosiddetti Shaded. Sono gli esemplari di Gatto Manx Chinchilla, Silver shaded, Silver tabby, e Smoke, con Tipping, in tutti i colori ammessi, non mancano i Bicolor, i Tricolor e i Tortie nelle colorazioni black e red, blu e cream e gli stessi con bianco, oltre i Tabby mackerel, blotched e spotted.

La corporatura del Gatto Manx è media, la struttura compatta e solida, di tipo Cobby, con una muscolatura sviluppata senza essere troppo tozza. La testa è tonda e ben proporzionata, gli occhi sono grandi e il colore si accoppia con il pelo.

gatto manx

Gatto Manx senza coda

Torniamo sul fatto che il Gatto Manx non ha la coda. Chiarito che è una questione genetica, possiamo lasciarci affascinare dalle leggende affascinanti che danno spiegazioni alternative. Una si rifà all’episodio del Diluvio Universale: questo gatto ai tempi aveva una bella coda folta ma, arrivato in ritardo all’imbarco dell’Arca di Noè, si è infilato all’ultimo restando con la coda chiusa fuori. Mozzata.

Un’altra versione tira in ballo un cane che, ancora sull’Arca, gli era nemico e, per dispetto, gli ha staccato di netto la coda. Vergognandosi, il nostro Gatto Manx si è buttato in mare nuotando triste e disperato fino all’isola di Mann dove ha cercato di rimettersi in piedi e riprodursi. La terza storiella, sull’assenza di coda, è una leggenda celtica: la scrofa magica chiamata Henwen un giorno si sarebbe trasformata in gatto e, ovviamente, dato che i maiali non hanno la coda, o quasi, anche da gatto, così è stato.

gatto manx

Gatto Manx: prezzo

Il Gatto Manx ha un prezzo piuttosto alto,certo superiore ai 600 euro, ma soprattutto non è facile da trovare. Sia per le sue caratteristiche caratteriali, non certo facili da far accettare ad una famiglia che vuole un gatto “classico”, sia per il fatto della coda. Come abbiamo visto, è delicata la strategia di riproduzione e selezione della razza e ciò in qualche modo si paga.

E’ anche un gatto che richiede un intenso impegno per la pulizia del pelo che deve avvenire con regolarità, anche per la presenza del doppio pelo. Va pettinato e lucidato con le mani o con un panno di seta massaggiando delicatamente.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Altri articoli che ti possono interessare

Pubblicato da Marta Abbà il 30 luglio 2016