Gatto che miagola: cosa fare

Gatto che miagola

Gatto che miagola perché ha fame o sente bisogno di coccole, o magari perché è un po’ anziano e vuole dire la sua con vena polemica. Il gatto che miagola a volte ha le sue buone ragioni ed è importante capirle, altre volte invece è questione di carattere. Quindi siamo noi che dobbiamo farcene una ragione e volergli bene comunque, convivendo con questo suo lato felino chiacchierone.



Certo, quando prendiamo con noi un gatto dobbiamo tenere conto che non se ne starà muto tutto il giorno, che normale un gatto che miagola, se è un Siamese, poi, è normale che chiacchieri molto, anche i felini incroci con siamesi e altre razze hanno spesso una abbondante parlantina.

Gatto che miagola forte

Un gatto che miagola particolarmente forte non per forza lo fa per disturbarci, per dispetto, prima di etichettarlo come rompiscatole proviamo a capire se ha delle buone ragioni. Magari ha qualche dolore o malessere, guaribile, che vuole segnalarci, oppure ha fame e ci siamo dimenticati di dargli da mangiare. Oppure vogliono una merenda per spezzare il pomeriggio sgarrando alla dieta.

Quando è questione di fame, il gatto che miagola si posiziona davanti al frigorifero o all’armadietto dove sa che ci sono le scorte di crocchette.

Gatto che miagola

Gatto che miagola sempre

Se un gatto miagola sempre, a qualsiasi ora e un po’ ovunque, è difficile che sia perché vuole che gli diamo da mangiare. Molto probabilmente vuole attirare la nostra attenzione, per ottenere coccole o per essere guardato. Vuole che trascorriamo qualche minuto interagendo con lui, magari dicendogli due paroline.

Che sia maschio o che sia femmina, potrebbe essere anche in calore, e allora il verso che ne esce è piuttosto lamentoso e non si concentra in un particolare periodo della giornata.

Anche malattie come l’ipertiroidismo o un’insufficienza renale, possono portare il gatto a miagolare più del normale, meglio quindi fare dei controlli dal veterinario se abbiamo questo sospetto, a meno che il nostro micione non sia già in là con gli anni.

In questo caso, è la vecchiaia la causa del tanto vocalizzare e di rimedi non ce ne sono molti. Esistono però dei rimedi semplici e che possono far diminuire la frequenza del miagolio: cerchiamo di allontanare ogni fonte di stress e di far sentire il gatto protetto e non abbandonato, tranquillizziamolo in caso di improvvisi rumori e cerchiamo di regolare la sua dieta in modo che non fatichi a digerire.

Gatto che miagola di notte

Ci sono casi in cui il gatto che miagola lo fa quasi unicamente nelle ore notturne. Questo può coincidere con un cambio casa e si spiega con il fatto che il nostro animale lo ha vissuto con stress o si sente disorientato. Anche quando arriva un nuovo membro della famiglia, o parte, il miagolio è soprattutto di notte, anche accompagnato da eliminazioni di feci e di urine dove non gradito.

Gatto che miagola

Gatto che non miagola

Dire quanto deve miagolare un gatto è difficile, non esiste una “dose” di vocalizzazione prescritta né consigliata, ciascun esemplare mostra una certa propensione al miagolio, proprio come le persone al chiacchierare. E’ vero però che se un gatto non miagola mai, va capito il motivo. Potrebbe aver subito uno shock, oppure essersi ammalato, molto probabilmente nulla di grave ma meglio far sì che torni a miagolare “in giusta misura”. 

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 3 maggio 2017