Materie plastiche e ftalati tossici

ftalati

Gli ftalati sono composti chimici nocivi alla salute che hanno vasto impiego in molti prodotti di uso quotidiano; li troviamo ovunque, nei contenitori per alimenti, in alcuni tessuti, nelle bottiglie di plastica….ma l’elenco è lunghissimo. Ridurre l’esposizione agli ftalati non è semplicissimo ma essere consapevoli sulla loro diffusione potrebbe già esservi d’aiuto.


Materie plastiche e ftalati tossici, l’elenco
Gli ftalati sono molto impiegati in aggiunta alla plastica per renderla più flessibile, per cui troviamo tali sostanze in bottiglie, buste, borse, utensili, contenitori e vaschette di ogni genere. Ma il loro impiego non si limita alla plastica. Ecco un elenco dei prodotti che potrebbero avere ftalati:

  • Materiale edile
  • Pitture, vernici, inchiostri per stampanti
  • Cera, adesivi, colla
  • Prodotti in polivinile
  • Materiale per imballaggio
  • Detersivi
  • Tendina doccia;
  • Argilla per modellare
  • Capsule farmaceutiche, alcune creme
  • Prodotti alimentari preconfezionati
  • Contenitori per alimenti
  • Determinati tessuti
  • Prodotti per la pulizia
  • Profumi, cosmetici, sapone, prodotti per la cura della persona, shampoo, lacca, lozioni per bambini

Come ridurre l’esposizione agli ftalati, le indicazioni

  • Non mangiate cibi in scatola, preferite il più possibile quelli freschi
  • Evitate i deodoranti ambientali, sostituiteli con gli oli essenziali che trovate in erboristeria
  • Prima di acquistare un cosmetico, controllate le etichette e assicuratevi che siano privi di ftalati
  • Fate molta attenzione pure agli shampoo, balsamo, deodorante, dentifricio e sapone: leggete l’etichetta
  • Usate solo vernici realizzati con composti organici volatili (COV o VOC)
  • Comprate giocattoli realizzati con materiali naturali come per esempio il legno, evitando gli articoli scadenti e di indubbia provenienza
  • Preferite i contenitori in vetro rispetto quelli in plastica
  • Lavate la biancheria con detersivi biologici
  • Anche per la pulizia della casa affidatevi ai prodotti naturali/biologici
  • Conservate i liquidi come per esempio l’acqua in bottiglie di vetro

Grazie a queste indicazioni utili, sarà più semplice diminuire il contatto con gli ftalati; si tratta di fare maggiore attenzione e ricorrere a prodotti alternativi. Ne gioverà tantissimo la vostra salute e quella dell’ambiente.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 16 settembre 2014