Come cucinare il seitan, le ricette

come cucinare il seitan
Se amate mangiare vegano, ecco qualche secondo a base di seitan, un alimento altamente proteico, fatto di cereali. Il seitan è molto versatile in cucina e si sposa molto bene con le verdure. Ma vediamo nel dettaglio come cucinare il seitan, seguendo le nostre ricette passo per passo

Come cucinare il seitan alle arance e olive nere
Gli ingredienti per 4 persone:

  • 2 arance
  • 2 cucchiai di malto di riso
  • Sale
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 50 grammi di olive nere al forno
  • Zenzero fresco

La preparazione:

  1. Lavate le olive, snocciolatele e tritatele grossolanamente
  2. Versate in una terrina il malto poi aggiungeteci il succo delle arance e un poco di sale
  3. Mescolate il tutto fino a sciogliere per bene il sale
  4. Soffriggete per qualche minuto le olive in una padella antiaderente con un filo di olio
  5. Aggiungeteci le fette di seitan e cuocetele su entrambi i lati per qualche minuto
  6. Aggiungete il succo di arancia e se preferite anche il succo di zenzero fresco
  7. Lasciate cuocere ancora 10 minuti, mescolando ogni tanto, fino a quando il liquido di cottura non evapori
  8. Servite caldo

Come cucinare il seitan alla salvia e limone
Gli ingredienti per 4 persone:

  • 4 fettine di seitan da 100 grammi al naturale
  • 1 cipolla
  • Olio extra vergine di oliva
  • Qualche foglia di salvia
  • 1 cucchiaino di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di aceto di mele
  • Scorza di limone grattuggiata

La preparazione:

  1. Tagliate il seitan come spezzatino
  2. Tagliate la cipolla e tritatela finemente
  3. Fate rosolare la cipolla tritata con un filo di olio in una padella antiaderente, poi aggiungete la salvia, il seitan e mescolate con un cucchiaio in legno
  4. Lasciate cuocere per circa 6 minuti
  5. Aggiungete la salsa di soia e l’aceto di mele e mescolate per bene
  6. Lasciate in cottura per altri tre minuti
  7. A cottura ultimata spruzzate sopra il limone grattugiato
  8. Servire tiepido

Ti potrebbe interessare anche l’articolo sulla Vasocottura 

Pubblicato da Anna De Simone il 16 settembre 2014