Roma ospita il Festival dell’Energia

Festival dell'Energia 2013

Il Festival dell’Energia ha scelto Roma e la sede della LUISS Guido Carli per la sesta edizione (24-25 maggio) e ha anche cambiato pelle, rinnovando format, linguaggio e modalità di interazione. Tra le novità, la collaborazione con ItaliaCamp (l’associazione che unisce università, istituzioni e imprese) tra i promotori della manifestazione accanto ad Aris (Agenzia di Ricerche Informazione e Società).

Il Festival dell’Energia 2013 conta sulle partnership con Assoelettrica, FederUtility, Anigas e Aper (unica associazione tra i partner del Festival a dare voce alle rinnovabili italiane) e sui patrocini del Politecnico di Milano, dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e della LUISS, che ospiterà la manifestazione nella sede di Viale Romania.

Il programma della manifestazione è incentrato sul macro-tema ‘Energia per Cambiare’ e affronta le questioni del diritto all’energia, delle scelte di politica energetica nazionale, della sostenibilità e della resilienza, dell’efficienza e dell’innovazione tecnologica.

Conference e unconference: quest’anno il Festival dell’Energia sperimenta (e questa è una curiosità interessante) il format partecipativo del barcamp, accanto a quello consolidato della tavola rotonda. Nato nell’Università americana di Stanford e importato in Italia da ItaliaCamp, il barcamp è una conferenza destrutturata, i cui contenuti sono generati dai partecipanti, che svolgono un ruolo attivo nel corso del dibattito.

Nella giornata inaugurale  del 24 maggio sono concentrati talk show, dibattiti e workshop sui temi dell’efficienza energetica, dell’accesso all’energia, delle infrastrutture e delle strategie economiche e politiche per lo sviluppo energetico. I dibattiti sono aperti, fruibili anche in streaming sul web e trasmessi in spazi televisivi per raggiungere il grande pubblico.

La seconda giornata del Festival dell’Energia (25 maggio) è invece dedicata al Barcamp dell’Energia, spazio innovativo dedicato all’energia sostenibile e alle tecnologie in ambito cleantech, pensato per mettere a confronto esperienze già mature con idee che guardano al futuro. Il  Camp sarà l’occasione per far emergere progetti e risorse che possano determinare l’affermazione di un primato italiano nell’ambito di un settore economico determinante per la crescita del nostro Paese e dell’Europa.

Ti potrebbe interessare anche “Festival dell’energia a Milano

Pubblicato da Michele Ciceri il 16 maggio 2013