Ferrovie Dimenticate e Festival del Gusto a Grantorto

I rappresentati di Co.Mo.Do, Festival Europeo del Gusto e del Comune di Grantorto

I rappresentati di Co.Mo.Do, Festival Europeo del Gusto e del Comune di Grantorto

Le Ferrovie Dimenticate sono il tema della 7ma edizione del Festival Europeo del Gusto in calendario quest’anno dal 28 febbraio al 2 marzo nel Comune di Grantorto, in provincia di Padova. La manifestazione, che coincide con la Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate (2 marzo) di Co.Mo.Do., è organizzata dall’Associazione Internazionale Azione Borghi Europei del Gusto in collaborazione con l’Associazione l’Altratavola.



Perché le Ferrovie Dimenticate al centro del Festival del Gusto? Perché secondo gli organizzatori del Festival il tema della mobilità dolce è buon compagno di viaggio in una manifestazione che da anni valorizza i tesori enogastronomici d’Italia compresi quelli meno conosciuti. Tesori del palato e della tradizione nascosti qua e là per l’Italia che si scoprono al meglio viaggiando in treno, gustando assieme al cibo anche il paesaggio dal finestrino.

Al Festival Europeo del Gusto che offre un tributo al tema della Ferrovie Dimenticate saranno presenti molte regioni italiane ma anche un buon numero di paesi europei. Ci saranno il Veneto a fare gli onori di casa, la Lombardia, il Trentino Alto Adige, il Friuli Venezia Giulia, l’Emilia Romagna, la Calabria e ancora Marche, Lazio, Sicilia e Campania. Tutti i partecipanti porteranno a Grantorto prodotti da gustare ma anche un racconto di ferrovie dimenticate che sarà condiviso in momenti di confronto aperti.

Dall’Europa, dove il tema delle ferrovie dimenticate non è meno sentito, saranno presenti e rappresentati la Germania, la Francia, la Spagna, la Slovenia, la Svizzera, la Croazia, l’Austria, il Belgio, la Romania e l’Albania. Di tutti questi Paesi, i visitatori del Festival potranno scoprire prodotti tipici, storie di treni e ferrovie dimenticate che uniscono i territori.

Tra le ferrovie dimenticate c’è per esempio la Parenzana (se ne parla al Festival il 2 marzo) così chiamata perché univa Trieste con Buie e Parenzo inoltrandosi nella regione istriana. Una linea a scartamento ridotto che con i suoi 123 km è la più lunga costruita dall’impero Austro-Ungarico. L’imperatore Francesco Giuseppe la volle  per raggiungere facilmente Parenzo, dove risiedeva un suo cugino.

La Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate, tradizionalmente a inizio marzo e ricca anche di altre iniziative in Italia, è un’iniziativa di Co.Mo.Do. una confederazione di associazioni impegnate nella mobilità alternativa, tempo libero e attività outdoor. Obiettivo delle iniziative è promuovere una rete nazionale di mobilità dolce partendo dal recupero delle infrastrutture dismesse, ferrovie dimenticate, strade arginali e percorsi storici.

Link / www.ferroviedimenticate.it

Pubblicato da Michele Ciceri il 21 gennaio 2014