Come gestire le aiuole nell’orto

aiutole nell'orto

Una buona gestione delle aiuole nell’orto non solo metterà ordine nel nostro giardino aggiungendo del valore estetico, ma ci aiuterà a tenere lontane malettie parassitarie ed erbe infestanti. Le aiuole nell’orto possono essere delimitate in diversi modi, le cosiddette “bordature” ci torneranno utili ogni anno: dividere l’orto in aiule ci aiuterà a non confonderci con la rotazione delle coltivazioni.

Delimitare le aiuole nell’orto, le soluzioni
Per delimitare un perimetro è possibile impiegare elementi naturali come rocce, mattoni, piante più basse, legname da ardere disposto in file parallele… Sono sempre più diffuse le bordature delle aiuole con cerchi di legno. Le aiuole nell’orto possono essere delimitate con sistemi artificiali appositamente studiati, per questi basterà fare una passeggiata nel reparto “giardinaggio” di negozi come Brico o Leroy Marlin. Strategie più creative vedono l’impiego di lampioncini a energia solare o materiali da recupero come pneumatici di mezzi pesanti o bottiglie in vetro.

GUARDA LE FOTO DELLE BORDATURE PER AIUOLE

La rotazione delle aiuole nell’orto, come si procede
Tutti sappiamo che la coltivazione asporta dal terreno elementi nutritivi; per fortuna, quelli che sono elementi nutritivi per una varietà vegetale, possono essere del tutto superflui per un altro tipo di raccolto. La rotazione delle aiuole nell’orto è fondamentale anche per evitare l’accumulo di tossine: durante una coltivazione, le piante sprigionano tossine durante la loro crescita, aumentano le spore di malattie fungine, i parassiti di origine animale o vegetale iniziano a creare il loro habitat ideale. Così, durante l’anno successivo, se nella stessa aiuola si coltiva la medesima varietà vegetale, ci saranno tutti i presupposti per perdere un raccolto. Per effettuare una buona rotazione delle aiuole nell’orto bisogna prestare attenzione alle “famiglie botaniche”.

GUARDA LE FOTO DELLE BORDATURE PER AIUOLE

In linea di massima, in un orto domestico, sono queste le famiglie botaniche che possono interessare:

  • Composite: carciofi, cardo, cicoria…
  • Ombrellifere: carota, sedano, prezzemolo…
  • Liliacee: aglio, cipolla, porro…
  • Leguminose:f ava, pisello, fagiolo…
  • Cucurbitacee: cetriolo, zucca…
  • Solanacee: melanzana, patata, pomodoro, peperone…
  • Crucifere o Brassicacee: cavolo, ravanello…

Così, nel gestire le aiuole nell’orto bisognerà fare attenzione a non coltivare pomodori dove l’anno precedente sono stati coltivati peperoni o melanzane. Suddividendo l’orto in aiuole sarà molto più semplice ricordarsi, di anno in anno, cosa e dove abbiamo coltivato: i più scrupolosi possono schematizzare una mappa con carta e penna, così da segnare, di coltivazione in coltivazione, cosa abbiamo coltivato e soprattutto, in quale aiuola è stata coltivata.

GUARDA LE FOTO DELLE BORDATURE PER AIUOLE

Pubblicato da Anna De Simone il 21 gennaio 2014