Ancora eolico offshore per il mare del Nord

A largo delle coste tedesche sorgerà una centrale eolica offshore abbastanza grande da poter alimentare circa 370.000 abitazioni. L’impianto eolico offshore conterà 80 turbine eoliche. E’ già stato firmato il contratto preliminare, una delle parti coinvolte è la Siemens che provvederà alla fornitura delle turbine eoliche offshore. La centrale sarà quella di Butendiek, nel Mare del Nord. L’allestimento della centrale offshore di Butendiek dovrebbe essere terminato entro il 2015.

Alcuni mesi fa, la Siemens è stata costretta ad abbandonare il mercato del fotovoltaico a causa della concorrenza “sleale” cinese. Se la crisi del fotovoltaico non ha risparmiato la Siemes, la stessa azienda non abbandona la green economy ne’ le rinnovabili e si conferma leader dell’eolico offshore.

Il parco eolico offshore più grande del mondo è stato completato nel 2009. Horns Rev II, situato nel Mare del Nord e composto da 91 turbine, anche in questo caso il fornitore è stata l’azienda Siemens. La potenza del parco di Horns Tev II è di circa 210 megawatt, abbastanza da soddisfare il fabbisogno energetico di circa 200.000 famiglie. Con le sue nuove 80 turbine eoliche, la Siemens garantirà una capacità elettrica di 288 Megawatt.

Il parco eolico di Butendiek sarà allestito a 34 chilometri a ovest dell’isola di Sylt, nei pressi del confine tedesco-danese. Ogni turbina eolica ha un rotore dal diametro di 120 metri e una capacità di 3,6 megawatt. L’impianto offshore occuperà una superficie di 42 chilometri quadrati.

Si stima che entro il 2020, la potenza eolica installata in tutto il mondo, raggiungerà i 500 gigawatt. Gli impianti eolici offshore costituiscono un settore a crescita rapida. La Germania sta investendo molte risorse nell’eolico offshore e nelle sue acque si contano 30 progetti offshore, alcuni in fase di sviluppo e altri già in funzionamento.

Pubblicato da Anna De Simone il 16 febbraio 2013