Energy Intelligence: giù i consumi in azienda

Il cruscotto di FactoryTalk

I consumi di energia sotto controllo attraverso un cruscotto

Energy Intelligence per abbattere i consumi in azienda. Ragioniamo: oltre un terzo dell’energia globale utilizzata in un anno da un’azienda viene assorbita dagli impianti di produzione, che non sempre sono ottimizzati per realizzare il minor consumo possibile. Sfortunatamente, la maggior parte delle imprese non dispone di informazioni sulla quantità di energia giornaliera assorbita.

In effetti, molte aziende, al di là di quanto riportato nelle bollette mensili dei consumi di acqua, gas ed energia elettrica, non hanno il dettaglio dei consumi energetici. Ciò costituisce un problema perché impedisce loro di individuare con precisione gli spazi di miglioramento.

Per poter mettere in atto validi interventi di riduzione dei consumi, le imprese dovrebbero invece avere a disposizione i dati di ogni specifica area produttiva in modo da poter tracciare il fabbisogno energetico e le variazioni, sia a livello di singola linea sia dell’intero sito produttivo.

Ecco perché ai sistemi software legati agli impianti di produzione oggi vengono aggiunte anche funzioni di Energy Intelligence. Uno dei tool più diffusi di Energy Intelligence è il pacchetto FactoryTalk VantagePoint Energy messo a punto da Rockwell Automation.

FactoryTalk permette ai responsabili di produzione di avere completa visibilità sui consumi energetici a livello di unità specifica, di linea e di macchina, e di poter prendere decisioni più consapevoli sulla gestione delle risorse energetiche.

Una volta tracciato il consumo di energia, le aziende possono mettere in atto una serie di cambiamenti comportamentali per migliorare l’efficienza energetica e ridurre i costi. Il sistema di Energy Intelligence permette infatti di correlare le informazioni relative all’energia a livello di macchina con i dati provenienti da sistemi di controllo di terze parti, con quelli di processo e con quelli di business.

Con l’energy intelligence, di fatto, viene esteso anche all’ambito energetico il processo di trasformazione delle informazioni relative alla produzione in dati strutturati (manufacturing intelligence) a supporto di un processo decisionale informato. Il tutto all’interno di un’unica applicazione, con l’obiettivo di migliorare l’efficienza energetica, ma anche e soprattutto quella produttiva globale e di aumentare i profitti.

Pubblicato da Michele Ciceri il 25 gennaio 2013