Energia solare fai da te

Non tutti possono permettersi un impianto fotovoltaico domestico, ma la gran parte di noi può avere benefici dal sole sfruttando i vari sistemi di ricarica che integrano pannelli solari. In questi casi la spesa è minima e i benefici sono tanti.



Nella vostra vita quotidiana non vi limitate ad azionare lavatrici, accendere la tv e usare acqua calda. Una buona fette di elettricità va via per assicurare la ricarica a dispositivi portatili come piattaforme di gioco, tablet, notebook, smartphone, ebook reader e così via… Ciò che vi consigliamo, per integrare l’energia solare nella vostra vita quotidiana, è l’utilizzo di sistemi di setup fotovoltaici. Questi sistemi possono essere scelti in base alle esigenze e in molti casi possono sostituire i costosissimi generatori che si nutrono di elettricità proveniente da combustibili fossili.

Prima di acquistare un qualsiasi caricabatteria solare o creare un sistema di setup con le nostre mani, è importante conoscere il nostro reale fabbisogno elettrico. Per fare questo bisogna curiosare tra lo scatolame dei dispositivi che intendiamo alimentare. Per sostenere una connessione wi-fi di un modem router, probabilmente avrete bisogno di almeno 10 watt di potenza. Gli smartphone, in genere, richiedono una potenza di circa 5 watt.

Sul mercato ci sono dispositivi già preconfezionati, pronti all’uso ma se avete intenzione di costruirne una tutto vostro, la spesa massima sarà di circa 100 euro per una potenza di almeno 100 watt. La prima cosa che vi occorre è un inverter con una potenza di almeno 100 watt, il costo non supera i 25 euro. Avrete bisogno anche di una batteria, una a 12 volt e 7 Ah ha un valore medio di 15 euro. Ovviamente vi occorrerà il pannello solare, se la zona in cui vivete è molto soleggiata, vi converrà prenderne uno con un regolatore di ricarica. Il prezzo medio si aggira intorno ai 60 euro.

Pubblicato da Anna De Simone il 29 ottobre 2012