Energia eolica a Nociglia, Puglia

Nociglia è un comune italiano della provincia di Lecce, in Puglia. Da anni ormai si sta cercando di dare vita a un progetto per l’allestimento di un parco eolico nel comune di Nociglia. Il Salento è in pieno subbiglio perché i cittadini non vogliono la realizzazione di un impianto eolico.

Il progetto è stato proposto dalla ditta Eolica Energia F Srl che nel febbraio del 2006 ebbe l’appoggio della Regione Puglia. Oggi le leggi in campo eolico sono cambiate, così la ditta ha dovuto richiedere un nuovo parere al Settore Ecologia della Regione mettendo in stato di allerta il comune di Nociglia. I cittadini, infatti, sono contrari all’apertura del parco eolico. Poco tempo fa, l’intero Salento ha eslutato perché è riuscito a impedire la realizzazione di un altro impianto eolico previsto per il territorio di Supersano.

Se nel territorio di Supersano, la popolazione poteva appellarsi alla vicinanza del Parco dei Paduli, con la Foresta Belvedere, il territorio di Nociglia ha le spalle scoperte, anche se per Oreste Caroppo, portavoce del Forum Ambiente & Salute, l’impatto del Parco della ditta Eolica Energia, colpirebbe le medesime zone naturalistiche. I cittadini chiedono di preservare l’identità del territorio che sarebbe stravolta con l’allestimento del parco eolico previsto dalla ditta Eolica Energia F Srl. L’amministratore della società, Clemente Petracca ha inoltrato una lettera al sindaco del Comune di Nociglia e all’ufficio tecnico per portare la faccenda a un punto di svolta.

GUARDA LE FOTO E I MODELLI DELLE TURBINE EOLICHE

Il parco eolico che dovrebbe sorgere nel Comune di Nociglia, prevede tre torri eoliche da 150 metri l’una. Secondo il portavoce del Forum Ambiente & Salute, il parco eolico, se allestito nel Comune di Nociglia, avrebbe un impatto negativo sul Parco dei Paduli. Inoltre, chi si oppone alla realizzazione del parco eolico di Nociglia fa appello a un malessere psicofisico denominata “sindrome da turbina eolica” che sottolinea la pericolosità per l’incolumità degli abbitanti che nell’eolico non vedono un alleato per l’ambiente bensì un demone portatore di malessere, ecco le parole del portavoce Caroppo: “Troppo sottaciuta la pericolosità per l’incolumità degli abitanti rappresentata da questi mega aerogeneratori per rottura e lancio di mortali frammenti di pala a centinaia di metri di distanza, oltre ai danni alla salute psico-fisica nel raggio di chilometri; un’eventualità che i medici hanno ormai incluso in quella che hanno battezzato ‘sindrome da turbina eolica’

Uno scenario apocalittico quello allestito dal portavoce Caroppo. La ditta Eolica Energia F Srl dovrà garantire la massima messa in sicurezza per l’impianto, proprio come previsto dalla legge. Inoltre, essendo molto pesanti, le pale eoliche non possono essere scaraventate nel centro urbano neanche accidentalmente. Più che appellarsi alla salute psico-fisica dei cittadini, generando allarmismo, potrebbe essere più indicato sottolineare l’inquinamento acustico che genererà la centrale e i danni che essa potrà procurare all’avifauna selvatica notturna.

A cura di Anna De Simone.

La dichiarazione è stata riportata dai colleghi de “iltaccoditalia.info“.

Pubblicato da Anna De Simone il 21 marzo 2012