Premiata l’edicola digitale: innovativa ed ecosostenibile

meganews-edicola-digitale

Un premio all’inventore dell’edicola digitale self-service Meganews Magazines perché “puntando all’innovazione, l’azienda Meganews è riuscita a cambiare le tradizionali logiche distributive del mercato dell’editoria”. Nella motivazione del premio Cordial Business Awards si legge anche che Grazie alla disponibilità di un’ampia gamma di riviste e giornali e al modello del print on demand, Meganews ha realizzato un servizio innovativo, personalizzato ed ecosostenibile.

L’edicola digitale self-service Meganews è un chiosco distributore che, connesso a Internet, consente di scegliere tra oltre 200 riviste e giornali e impiega solo due minuti per stampare on-demand un formato cartaceo prelevabile dall’erogatore. Grazie a questa soluzione gli editori possono ridurre i costi della distribuzione e della logistica perché non serve trasportare giornali all’edicola. L’edicola digitale minimizza l’impatto ambientale anche abbattendo gli sprechi di carta (niente resi: si stampano solo i giornali richiesti).

Gli organizzatori svedesi del Cordial Business Awards hanno premiato l’edicola digitale Meganews specificando che Il servizio non è attivo da molto, ma il riscontro positivo che ha seguito il lancio mostra le potenzialità del chiosco che può rivoluzionare la distribuzione di giornali e riviste, in Svezia e nel resto del mondo. Grazie agli accordi con i fornitori, alla rete di distribuzione globale e al valore offerto Meganews vuole portare innovazione e nel contempo far sopravvivere i giornali cartacei”.

L’invenzione di Meganews è del giornalista televisivo Lars Adaktusson, insieme al fratello Hans e alla loro azienda Meganews Sweden. La soluzione è basata sulla tecnologia Production Printing di Ricoh, che ha supportato Meganews anche nello sviluppo dell’idea. Attualmente l’edicola digitale Meganews è disponibile al Mood Shopping Arcade di Stoccolma e all’aeroporto Landvetter di Gothenburg. È prevista l’installazione in alberghi, ospedali, supermercati e centri commerciali.

Pubblicato da Michele Ciceri il 18 dicembre 2013