Ecomondo 2016: novità da non perdere

ecomondo 2016

Ecomondo 2016, suona di buon auspicio ed è così che si chiama questa importante manifestazione in arrivo, che raduna in un solo posto tutti i maggiori protagonisti del mondo, in grado di renderlo “eco”. Anche quest’anno si rinnova l’invito a mettersi attorno ad un tavolo, anzi a più tavoli tematici, ma con un obiettivo comune. Che alla prossima edizione di Ecomondo, il mondo sia più “eco”.



Ecomondo 2016: dove e quando si svolge

L’appuntamento con Ecomondo 2016 è da martedì 8 novembre a venerdì 11, ad ospitare questo importante incontro di buone intenzioni e buone azioni, è il quartiere fieristico di Rimini, situato in via Emilia, 155, nel territorio di questa città. Manca poco!

Ecomondo 2016: come arrivare

Per raggiungere Ecomondo 2016 bisogna raggiungere Rimini innanzitutto e ciò è possibile comodamente con il treno, ma anche in auto. Dipende da dove i visitatori arrivano, ma una volta nei paraggi si può scegliere l’ingresso migliore per non girare a vuoto e subito entrare nel pieno della manifestazione. Quello est, ad esempio, è consigliato per chi esce dal casello Rimini Nord ma anche per le scuole che arrivano in autobus e per gli operatori. C’è anche l’ingresso ovest a disposizione per distribuirsi meglio, e quello sud per chi arriva in treno o in taxi.

Per chi arriva con mezzi propri, nel quartiere fieristico sono a disposizione vari parcheggi ben serviti.

ecomondo 2016

Ecomondo 2016: orari

Ecomondo 2016 è aperto tutti i giorni indicati, dalle 9 alle 18, per ottenere informazioni riguardo ai biglietti è possibile contattare l’apposito servizio di assesistenza al numero 0412719009 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 19 ed il sabato dalle 9 alle 14.

Anche gli istituti scolastici superiori possono entrare e per i giovani visitatori di Ecomondo 2016 che arrivano con la propria classe a scoèrire cosa il futuro prossimo riserva loro, ci sono un trattamento e un prezzo ad hoc: 3 Euro ad allievo. Lo stesso vale per gli universitari se presenteranno alle casse il libretto o tesserino univeristario, anche senza prenotazione.

Ecomondo 2016: biglietti e accrediti stampa

Per chi vuole vistare Ecomondo 2016 e sognare ad occhi aperti un pianeta in cui si collabpra per trovare soluzioni a basso impatto ambientale e ad alto impatto sociale, c’è la possibilità di acquistare biglietti anche on line. Il biglietto d’ingresso intero costa 25 euro a meno che non abbiate un biglietto di invito ma chi sa di potersi fermare solo due giorni può optare per l’abbonamento da 28 euro, esattamente per chi ha 48 ore. Ovviamente c’è anche l’opzione giornaliera e se lo acquistate on line il giornaliero costa 12, se il vostro giorno green è martedì, perfino 8.
Anche la stampa è benvenuta ad Ecomondo 2016: è importante dar voce ad un mondo che cambia e va nella giusta direzione.

Ecomondo 2016: le novità più interessanti da non perdere

Fortunatamente non c’è mai carenza di idee nella mente di chi desidera una Ecomondo 2016 innovativa e green. Tra le novità di questa edizione c’è una formidabile mostra sulla “circular economy” che ci svela come sotto i nostri occhi abbiamo vere e proprie Miniere urbane e Miniere industriali di materiali che abbiamo sempre chiamato rifiuti, invece sono trasformabili in nuove risorse. Ecco allora che assumono un significato tecnico ed economico.

Un’area della manifestazione è dedicata al monitoraggio delle emissioni in atmosfera, della qualità dell’aria ambiente e della qualità dell’aria indoor. Si chiama Monitoring & Control e, focus nel focus, ci racconta di come controllare gli odori, ad esempio! Ma non solo…

ecomondo 2016

Material handling & lifting solutions è molto verticale ed è lo spazio in cui si possono trovare tutti coloro che sono in qualche modo interessati a gru e autogru, sollevatori, rimorchi, macchine movimentazione industriale e portuale, di piattaforme, attrezzature e componenti. La filiera è ampia e variegata, dagli esperti di trattamento industriale all’oil & gas e al trasporto, dalla manifattura all’agroalimentare, dalla meccanica alla siderurgia.

Vista la sempre maggiore consapevolezza del valore strategico della “Biogas Refinery”, in Ecomondo 2016 non poteva mancare una sezione dedicata a “Metano-biometano”, settore deitra i più trainanti. La manifestazione in arrivo vuole essere il punto di incontro non solo fisico ma anche strategico dove produttori, aziende industriali, mondo delle Associazioni e della ricerca possano trovare o creare sinergie in vista di una transizione energetica green e della decarbonizzazione del nostro sistema produttivo.

Stati Generali della Green Economy

Quest’anno proprio a Ecomondo 2016 si svolgerà la quinta edizione degli Stati Generali della Green economy e non mancano i temi da porre sul tavolo per chiudere la manifestazione festeggiando i nuovi obietivi e strategie condivise.

Promossi dal Consiglio nazionale della green economy, questi Stati Generali green raggruppano 64 organizzazioni di imprese e vedono la collaborazione del Ministero dell’Ambiente e il Ministero dello Sviluppo Economico. L’obiettivo a Ecomondo 2016 è quello di avviare un processo di elaborazione programmatica aperto e partecipato,coinvolgendo i principali stakeholder della green economy italiana.

Finora ben 6mila hanno contribuito a questa operazione virtuosa. I protagonisti sono troppi per stare tutti allo stesso tavolo, infatti ce ne sono 10, uno per ogni gruppo di lavoro dedicato a un tema strategico della green economy. Con un evento finale si raccoglieranno le fila del lavoro fatto.

Ecomondo 2016: video ufficiale

Prima di organizzarsi per partecipare a Ecomondo 2016, uno sguardo all’intenso video che ci regala una interessante preview.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Ti potrebbe interessare anche Urbanpromo 2016

Pubblicato da Marta Abbà il 27 ottobre 2016