eBike Neox Crosser: test drive al lago di Garda

ebike Neox Crosser

La eBike Neox Crosser è il rivoluzionario gioiello di tecnologia italiana che ho avuto il piacere di testare nei giorni scorsi su un percorso misto di una trentina di Km lungo le rive e nei boschi del Lago di Garda.

Partiamo dalla prima impressione, quella estetica: un design elegante coniugato alla sensazione di un ebike “tosta”, con una struttura molto compatta e con linee morbide e decise allo stesso tempo. Le colorazioni disponibili e che ho potuto vedere sono: gialla, nera e bianca.

Montato in sella alla Neox Crosser (una Respiro Soft disponibile nelle versioni Sport, Moderate e Athletic) ho avuto conferma dell’impressione visiva, soprattutto per quanto riguarda la sensazione di compattezza e solidità, determinata soprattutto dal telaio che comprende e ricopre, all’interno di un unico monobraccio, il motore elettrico, il cambio e altri componenti solitamente esposti, assicurando un baricentro basso estremamente stabile.



Questa caratteristica innovativa permette inoltre di raggiungere 2 obiettivi: proteggere importanti componenti della eBike dagli urti ed evitare che sporco, erba, terra e altri materiali abitualmente raccolti nelle escursioni si incastrino tra i componenti.

La pulizia e la manutenzione della bici risultano in questo modo notevolmente velocizzati e semplificati.

Dopo poche pedalate avevo già preso una discreta confidenza con il display (LCD da 3,5′ con retroilluminazione) e con i due selettori posti sul manubrio: quello di sinistra per regolare il livello di assistenza del motore elettrico tra le modalità ECO, Standard e High e quello di destra per gestire gli 8 rapporti del cambio.

I microswitch (selettori) assicurano un’ottima risposta anche se forse li avrei preferiti “meno micro” e leggermente più grandi. Ottimo il display con informazioni chiare e ben visibili anche sotto il sole e comandi multifunzione di immediata comprensione.

eBike Neox Crosser: il display

eBike Neox Crosser: il display

Il punto di forza “veramente rivoluzionario” della Neox Crosser è comunque il cambio: una creazione proprietaria e brevettata, Neox modello F8.11 elettrico con inserimento rotativo e comandi elettrici impartiti dai due microswitch situati sul manubrio.

La cambiata è istantanea e può essere azionata anche quando si è fermi, contrariamente alle normali bici. In questo modo è piacevole partire con la marcia ideale, ad esempio quando ci si deve fermare per un semaforo rosso dopo un bel “rettilineo lanciato”, cambiando comodamente durante la sosta.

Altro beneficio del cambio Neox è che evita i movimenti trasversali sul deragliatore, tipici dei cambi tradizionali, evitando l’usura delle parti meccaniche e garantendo una grande fluidità nel cambi di marcia.

La cambiata avviene così in modo costante e continuativo, senza alcun effetto di “strappo” o di “spinta”. Il sistema è monitorato da un sensore di sforzo che rileva costantemente la coppia tra gli ingranaggi primari e secondari.

ebike Neox Crosser: blocco del cambio

ebike Neox Crosser: dettaglio del cambio integrato nel telaio

Per quanto riguarda la batteria, integrata nel telaio (ottima soluzione dal punto di vista estetico!) ma estraibile in pochi secondi, la Neox Crosser monta un modello da 36 Volt 10,5 Ah (375 W/H) agli ioni di litio con celle Samsung che assicura un’autonomia di 100 Km viaggiando in modalità Eco che può scendere fino a 40 Km per un utilizzo “estremo” con modalità High.

La ebike Neox Crosser pesa 22 Kg, di certo “non è un peso piuma”, ma il peso nelle ebike è un fattore piuttosto trascurabile perchè non si tratta di una bici “da portare su e giù per le scale”.

Un’importante caratteristica che ne facilita il trasporto è invece la possibilità di smontare in pochi secondi non solo la ruota anteriore ma anche quella posteriore. … e senza sporcarsi le mani perché tutta la trasmissione è celata all’interno della struttura e non nel mozzo posteriore.

La Neox Crosser include anche un antifurto innovativo: digitando un codice Pin sul display si blocca il sistema meccanico staccando la trasmissione e mettendo l’e-bike “in folle” così da rendere la bici inutilizzabile dal classico ladro che cerca di rubarvi la bici mentre vi fermate per bere un caffè o dissetarvi con una bibita in un bar, come ho fatto durante il test drive.

In aggiunta sulla Neox è presente un antifurto meccanico a chiave che blocca completamente il mozzo posteriore.

Messa alla prova in salita, su terreno ghiaioso o sterrato, la Neox Crosser  non ha mostrato esitazioni e mi ha permesso di superare agevolmente salite piuttosto impegnative così da arrivare in cima “senza fiatone”.

Su strada … si vola! :-) Anche in modalità Eco si raggiungono facilmente velocità elevate: la velocità assistita massima, come da disposizioni di legge è di 25 Km/h ma quando ho provato “un piccolo allungo” ho raggiunto in pochi secondi senza sforzo i 41 Km/h, come documentato anche dal mio orologio GPS Garmin da polso.

Neox Crosser GPS

Neox Crosser: lo scatto rilevato dal mio GPS Garmin da polso

Di seguito alcuni dati tecnici aggiuntivi, che evidenziano la scelta di componenti di elevata qualità in ogni ambito:

  • Telaio NEOX in alluminio idroformato
  • Freni Idraulici Drako Rosso
  • Cerchi NEOX in alluminio 26” Nero
  • Manubrio NEOX 101 BT in alluminio Nero Mat
  • Forcella anteriore Suntour SF 13 Epicon in magnesio
  • Pneumatici Artiglio KENDA K831A (26×2,10)
  • Motore NEOX FL80S 36 V 500 Watts limitato a 250 Watts
  • Manopole Mano Gel Athletic

Per quanto riguarda il prezzo di listino, la Neox Crosser è in vendita a 5.800 Euro ma per un breve periodo e i lettori di IdeeGreen che ci scriveranno (all’indirizzo: [email protected] ) potranno usufruire di uno sconto decisamente interessante.

In questo video potrete vedere altri dettagli della Crosser e il suo comportamento su strada e off-road:

Il brand Neox, è di proprietà di Siral, società italiana specializzata nella produzione e nella ricerca eco-tecnologica ed è nato 5 anni fa con l’obiettivo di realizzare ex novo una bike elettrica partendo da alcune innovazioni tecnologiche proprietarie che la rendono unica al mondo e che sono state protette con 4 brevetti internazionali depositati, relativamente a:

cambio

sistema di innesto

sensore di coppia

posizione di folle.

La Neox propone inoltre altri due modelli di eBike, che ho potuto vedere ma non testare per mancanza di tempo: la Sporter e la Urban, di cui potete vedere di seguito due immagini e che potrete scoprire con tutti i dettagli tecnici sul sito ufficiale di Neox.

ebike Neox Sporter

ebike Neox Sporter

 

ebike Neox Urban

ebike Neox Urban

 

Pubblicato da Matteo Di Felice il 17 maggio 2015