Divano fatto in casa

divano fatto in casa

Divano fatto in casa: idee creative per realizzare un divano fai da te a partire da bancali, vecchi materassi e altri oggetti riciclati.

Il riciclo creativo non ha confini e grazie a una buona dose di manualità e forza di volontà, riuscirete a realizzare un divano fatto in casa a partire da materassi singoli o matrimoniali, vecchi cuscini, vasche da bagno o… pallet.

Divano fatto in casa con pallet

bancali possono essere usati per realizzare tavolini, scaffali, poltrone, divani e altro ancora. La realizzazione di un divano con pallet è facile perché vi basterà affiancare il numero di bancali necessari a raggiungere la lunghezza desiderata, fissarli con chiodi (o fascette da elettricista) e foderarli al meglio.

Quanti pallet sono necessari per fare un divano?
Dipende dalla grandezza o dalla distribuzione dei pallet (desiderate un divano fai da te ad angolo o lineare?). Per un divano lineare per quattro persone, avete bisogno di quattro bancali per la seduta e due bancali per lo schienale. I pallet dovranno essere foderati a dovere per non risultare duri.

Divano fatto in casa con vecchi materassi

Un divano con vecchi materassi si costruisce molto più facilmente di quanto possiate immaginare. In questo contesto più che di buona manualità, avrete bisogno di doti da sarta: il materasso dovrà essere tappezzato con i colori, le stoffe e i motivi desiderati.

Potete poggiare i materassi foderati sul divano fatto in casa con pallet oppure sfruttare una vecchia struttura di un letto.

Le strutture in ferro battuto sono molto belle e si prestano perfettamente per realizzare un divano fai da te. In questo contesto sarà necessario un attento lavoro con il flex per eliminare le parti di ferro in eccesso e lasciare solo le due parti laterali e lo schienale.

Divano fatto in casa con cuscini riciclati

Oltre ai materassi, è possibile realizzare divani fai da te riciclando vecchi cuscini. Attenzione però! In questo caso il lavoro è elevato: i cuscini vanno cuciti tra loro e potete scegliere di:

  • foderare singolarmente ogni cuscino per mantenerne l’effetto naturale di elemento d’arredo realizzato con riciclo creativo.
  • Foderare i cuscini tutti insieme sfruttando la gommapiuma per tamponare possibili vuoti che si andranno a realizzare tra un cuscino e l’altro.

Non si tratta di un lavoro semplice perché occorrono ben 47 cuscini per realizzare un divano (munito di braccioli laterali e schienale) per 3 persone. Inoltre, si consiglia di realizzare una struttura di supporto con vecchie tavole da ponte (si recuperano nei cantieri edili dismessi) o pallet rialzati.

Divano fatto in casa con una vecchia vasca da bagno

Se avete ristrutturato il bagno di casa, potete usare la vasca per creare un piccolo laghetto artificiale in giardino, una fioriera oppure… divani e poltrone! Con una vasca da bagno si può dare vita a un divano o a due poltrone.

Dato che la vasca da bagno è, per eccellenza, impermeabile, può essere utile anche per realizzare una piccola panchina da esterno. In questo caso la seduta dovrà essere foderata con un materassino altrettanto impermeabile (quelli foderati con materiali plastici).

La parte più difficile di questo fai da te consiste nella verniciatura e nel lavorare le superfici esterne della vasca. Rimuovendo la vasca da bagno, almeno su un lato, saranno presenti residui edili un tempo usati per il fissaggio. La prima fase consiste nell’eliminare questi detriti con una spatola rigida per pittori. Potete levigare la superficie esterna per poi verniciarla o rivestirla con materiali plastici. L’interno della vasca lo potrete lasciare inalterato e rivestire solo la base con un cuscino comodo e morbido. Altro punto critico è il fissaggio dei “piedini” che dovranno essere abbastanza robusti da supportare sia la struttura sia le persone che andranno a sedersi.

Per altre idee potete dare un’occhiata alla nostra galleria fotografica dedicata al divano fai da te.

Pubblicato da Anna De Simone