Come indossare un foulard

indossare foulard

Come indossare un foulard, tante idee e spunti per imparare a utilizzare i foulard negli outifit per ogni occasione: come coprispalle, sotto un tailleur o tra i capelli, per essere sempre chic e alla moda.

Il foulard è capo d’abbigliamento molto versatile e onnipresente in ogni epoca.

Partiamo dal presupposto che nell’armadio di ogni donna (e di ogni uomo) almeno un foulard è d’obbligo. In questo articolo scopriremo come indossare un foulard per essere sempre cool e alla moda!

Un po’ di storia

Il termine francese foulard significa letteralmente “sciarpa” o “fazzoletto di seta” ma dobbiamo ammettere che la lingua dell’amore rende tutto più romantico e affascinante.

Il primo foulard utilizzato come accessorio di gran moda risale ai primi anni del 900’, periodo durante il quale il “fazzoletto di seta” veniva utilizzato soprattutto per coprire i decolté più pronunciati durante i riti religiosi o anche come copricapo durante le giornate più fresche.

Se disponete di un foulard di seta potrebbe esservi utile la nostra guida: come lavare la seta.

Il foulard di Hermès

È nel 1937 che ha il suo esordio il primo foulard di Hermès, noto stilista, che forse per primo ha reso questo capo davvero prezioso e di tendenza. Il foulard era, ovviamente, di pura seta, e misurava 90 cm x 90cm.

Dopo Hermès anche altri stilisti hanno sfoggiato i propri modelli di foulard di lusso: Gucci, Dolce e Gabbana, Cartier , Armani. Tutti gli stilisti (più o meno all’avanguardia) hanno proposto, e propongono tutt’oggi, proprie versioni della sciarpa francese di seta: il foulard.

Oggigiorno ovviamente non tutti possono permettersi un foulard del calibro di Hermès o di Cartier. Considerate che un foulard griffato può raggiungere cifre davvero spropositate (anche più di 500 euro per un solo foulard).

Per fortuna il mercato è variegato e offre tante alternative. Non siamo costretti a spendere tanto per un foulard e vi sono moltissime opzioni per acquistare foulard di tutto rispetto, a prezzi più modici o comunque accessibili. Per farvi un’idea sui prezzi e modelli di foulard attuali e alla moda vi invitiamo a visitare la pagina: Foulard su Amazon.

Ma come indossare un foulard? Scopriamolo insieme, prima con un video ispirato al foulard di Hermes, poi con delle pratiche istruzioni. Ecco il video foulard Hermes.

Come indossare un foulard

Il foulard (di seta ma anche di cotone o altri materiali) è davvero un must per tutti, uomini e donne. È leggero, elegante, con il foulard difficilmente potrete sbagliarvi, ma come si indossa un foulard?

Foulard abbinato al tailler

Siete state invitate ad un matrimonio? Avete una causa in tribunale? Primo incontro con la suocera?

In ognuna di queste occasioni potreste sfoggiare un fantastico foulard. Con i tailler poi danno quel tocco di nonchalance e leggerezza. Immaginate un semplice tailler nero, semplice ma forse anche un po’ triste. Con un foulard di seta con un bel colore sgargiante: blu, verde smeraldo, porpora, rosa salmone….. il vostro outfit avrà tutto un altro sapore, apparendo più raffinato e ricercato!

Come indossare un foulard: effetto coprispalle

Se l’abito vi lascia la schiena troppo scoperta potreste utilizzare un foulard come coprispalle. Il foulard si presta infatti a diventare un’elegantissima stola, leggera e senza troppi fronzoli. Vi basterà poggiare il capo sulla schiena utilizzandolo esattamente come se si trattasse di un copri spalle. Se scivola potreste fissarlo con una spilla, magari che fa pandan col vestito.

Come indossare un foulard in vita

Un foulard in vita avete capito bene. Potete indossare il foulard o in sostituzione della cintura facendolo passare per le fibbie dei pantaloni. Eseguendo un doppio giro fate un bel nodino o un fiocco in modo da renderlo ancora più particolare.

Il pantalone senza cintura cala giù? Niente paura se la cintura è indispensabile potete tranquillamente indossare il foulard da sopra. In questo caso però optate per un cinturino poco vistoso e per un foulard abbastanza spesso o coprente….l’effetto cintura+foulard non è proprio da passerella…

Come indossare un foulard trai capelli

È possibile indossare un foulard tra i capelli in tantissimi modi:

  • alla Audrey Hepburn, con un bel paio di occhiali anni 50, non spaventatevi, osate!
  • Facendo una coda, copri la testa con il foulard e raccogli i capelli come a voler fare una coda, stringi e utilizza un elastico per fissare la stoffa, la tua coda-foulard è pronta.
  • Come un turbante, facendo uno chignon e annodando il foulard intorno alla testa, ottimo utilizzo per l’estate quando fa caldo ed il sole scotta.

Altre idee su come indossare un foulard

Nessuna di queste idee fa per voi? Tranquilli, vi sono mille modi per indossare un foulard e online potete trovare mille tutorial. Ecco qualche spunto.

Potete ad esempio:

  • farlo girare intorno al collo, come una sciarpa, lasciando svolazzare con eleganza le estremità (attente al vento!);
  • chiudere le estremità e lasciarlo scivolare intorno al collo, quasi come se fosse un collier;
  • farlo scorrere sotto al colletto della giacca, senza avvolgere, così, con leggiadria;
  • creare dei giochi di movimento fissandolo sotto un cardigan o una giacca, l’effetto “onde marine” ha sempre il suo perché;
  • fare un bel fiocco, avvolgendo il foulard intorno al collo e utilizzando le estremità per creare un fantastico fiocco, chic ma senza impegno!

Come indossare un foulard da uomo

E per gli uomini? Come vi abbiamo anticipato anche nell’armadio di un uomo non può mancare un foulard.

Come indossarlo? Beh le modalità non sono molto differenti da quelle utilizzate per gli outfit femminili. Certo le donne hanno più possibilità. Un uomo non indosserebbe mai un foulard come coprispalla ma mai dire mai, la moda è in continua evoluzione!

Un uomo con un bell’abito scuro accompagnato da un foulard di seta indossato sotto una giacca o annodato come una sciarpa ha sempre il tuo fascino.

Utilizzate il gusto e il buon senso e ricordate: se indossare un accessorio in un certo modo vi fa sentire a vostro agio beh fatelo! Le più grandi mode sono nate proprio perché qualcuno ha “osato”.

Pubblicato da Anna De Simone il 11 febbraio 2016