Detersivi ecologici, questi sconosciuti

I detersivi ecologici si differenziano da quelli tradizionale, per l’assenza di pericoli chimici. I detersivi tradizionali potrebbero innalzare il tasso d’inquinamento casalingo sia per l’ingombro della plastica dei contenitori, sia per le sostanze chimiche che potrebbero rivelarsi nocive soprattutto per i bambini. La gran parte dei detersivi convenzionali è ricca di ingredienti di natura petrolchimica, questi non solo danneggiano l’ambiente ma potrebbero lasciare residui sulle superfici appena pulite.

I detersivi ecologici, nella fattispecie quelli biologici, si differenziano proprio per l’assenza di ingredienti di natura petrolchimica. Un detersivo per pavimenti può contenere sostanze come l’EDTA, parabeni, perossidi, sbiancanti e ottici, cosa succede se dopo lavato il pavimento un bambino cammina a gattoni sui residui lasciati dal detersivo utilizzato? Un altro pericolo causato dalle sostanze chimiche utilizzate in cucina è dato dai vapori che si sprigionano durante la cottura, quando il calore libera i residui lasciati dai detersivi.

Il primo danno ambientale causato dai detersivi da scaffale è dato dal packaging. L’ingrediente più abbondante dei detersivi è l’acqua. Le aziende produttrici potrebbero limitarsi a commercializzare il concentrato dei principi attivi, riducendo così l’ingombro e l’impiego delle plastiche. Anche il consumatore ne gioverebbe perché l’azienda avrebbe ridotto i costi d’imballaggio adottando confezioni più piccole e in cartone, molto più economico e sostenibile della plastica.

L’arsenale chimico presente sotto al nostro lavabo può essere disinnescato mediante l’utilizzo di detersivi ecologici e biologici. I detersivi ecologici riducono anche l’insorgenza di allergia grazie all’assenza di agenti irritanti e composti troppo aggressivi. Quando acquistate un detersivo ecologico assicuratevi che sia privo di sbiancanti ottici, coloranti, addensanti, perlanti e altre sostanze di sintesi con azione tossica o nociva.

I detersivi ecologici si caratterizzano per essere composti principalmente da formulazioni basate su ingredienti di origine vegetale. Il lieve dubbio sorge sui tensioattivi di origine vegetale utilizzati dai detersivi ecologici. Talvolta le aziende produttrici di detersivi ecologici utilizzano tensioattivi di origine vegetali etossilati, ovvero che presentano una frazione petrolchimica (tipo Sodium Laureth Sulfate o Alcoli Grassi Etossilati). Per evitare qualsiasi derivato dal petrolio, meglio utilizzare detersivi ecologici con tensioattivi di origine vegetale che non hanno subito etossilazione ma devono la loro efficacia alla forza naturale di Alchilpoliglucoside, Cocoato di potassio e Cocobetaine.

Pubblicato da Anna De Simone il 15 maggio 2013