Denti dei criceti: come mantenerli sani

denti criceto5

Denti dei criceti: da roditori quali sono, per definizione, questi animali devono avere una dentatura perfetta. Ben tenuta, sana, funzionante. Cosa non facile come sembra, perché oltre alla “normale pulizia”, per i denti dei criceti è necessario stare dietro ad un perenne processo di crescita facendo sì che, oltre che sani, non diventino troppo lunghi, con le conseguenze immaginabili.



Criceto, cricetino, come criceteide, è un roditore ed è quindi membro della numerosa e complessa superfamiglia dei Muroidei che comprende veri criceti, arvicole, lemming e ratti e topi del Nuovo Mondo. Con circa 600 specie è la seconda famiglia di mammiferi più numerosa. Tutto ciò per ribadire che, i denti dei criceti, come quelli dei suoi colleghi, sono non solo di rappresentanza, di riconoscimento, ma anche molto usati.

I denti dei criceti in particolare, sono 16, di cui due incisivi superiori e due inferiori, i rimanenti sono molari. Quelli in perenne crescita sono i denti dei criceti incisivi: quando l’animale è in cattività non può far da sé per regolarli, deve essere, dobbiamo essere, noi padroni a controllare e provvedere. Quando i denti dei criceti diventano troppo lunghi, infatti, c’è il pericolo che venga compromessa la chiusura del morso, causando difficoltà a mangiare.

denti criceto4

Denti dei criceti: come limitarne la crescita

Per ovviare al problema dei denti dei criceti inarrestabili, si può dotare la gabbia di pezzetti di legno. Non vanno scelti però a caso, perché per i denti dei criceti è necessario non siano di tipo resinoso e men che meno con superfici trattate con vernici o sostanze chimiche. La cosa migliore per il bene dei denti dei criceti e dell’animale tutto è recuperare rami da alberi da frutto e tagliarli della dimensione opportuna. Di solito lo spessore consigliato perché a misura di denti dei criceti è un cm di spessore, lunghezza a scelta, dipende dalla gabbia.

Se non abbiamo modo o voglia di vagare per frutteti e boschi alla ricerca di rametti da albero da frutto per i denti dei criceti, esistono in commercio anche specifici bastoncini arricchiti con vitamine e minerali che invogliano a masticare. Un’alternativa valida per i denti dei criceti è costituita dai biscotti duri, quelli utilizzati per i cani ad esempio, ma meglio non esagerare: si tratta di cibo grasso e dolce, potrebbe creare danni come carie o sovrappeso se se ne abusa. Meglio ad esempio optare per della frutta secca a guscio duro.

denti criceto

Da evitare, al contrario, per i denti dei criceti, oggetti di plastica o giochi verniciati con vernici tossiche: fuori dalla gabbia. E dato che questi animali i denti li usano appena possono, meglio stare attenti e premurosi ed evitare sbarre verniciate prima che le sgranocchino avvelenandosi. L cosa migliore è una bella gabbia in legno.

Accorgimenti concessi, sta poi a noi controllare comunque con regolarità la crescita dei denti del criceto e, nel caso ce ne fosse necessità, rivolgersi ad un veterinario per una operazione di limatura, quando rametti, gusci e quant’altro non bastano.

denti criceto6

Denti dei criceti: come evitare carie 

Oltre al problema della crescita continua dei denti dei criceti, c’è anche quello delle carie . Non basta impedire che si ingozzino di biscotti del cane, è necessario in generale provvedere ad una dieta sana praticamente studiata apposta per lui. Fai da te? Non è semplice, e neanche obbligatorio: nei negozi di animali si trovano preparati specifici di semi e frutta secca che sono ottimi per i denti dei criceti.

Nulla ci vieta di metterci a creare il nostro personale mix di sementi conoscendo i preferiti da mettere sotto i denti dei criceti. Nella ricetta di nostra invenzione è bene non far mancare frutta fresca, verdure e noci, ma quella croccante come mele, sedano e cavolfiore devono abbondare rispetto al resto.

denti criceto3

Nel controllare periodicamente la crescita dei denti dei criceti, oltre a badare agli incisivi, è necessario anche far caso al fatto che l’animale potrebbe mostrarsi restio a mangiare, oppure produrre troppa saliva o avere gengive gonfie. In tutti questi casi contattare il veterinario immediatamente è la cosa migliore.

denti criceto1

 

Nel migliore dei casi vi potrà dare ottimi consigli per l’alimentazione o guidarvi nella scelta di giocattoli masticativi diversi dai rametti, come ad esempio una pietra ad hoc per la pulizia dei denti dei criceti.

Anche l’alimentazione con un occhio esperto da veterinario può essere perfezionata magari scongiurando il pericolo di carie. Non è raro vederne sui denti dei criceti: nulla di grave ma è comunque un intervento evitabile se si adottano buone abitudini quotidiane. Vale come per l’umo, anche se non siamo roditori e abbiamo più di 16 denti, quindi più probabilità di “cariarci”.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articolo correlato che potrebbe interessarti: 

Criceto russo: carattere e alimentazione

Furetto albino: caratteristiche e prezzo

Pubblicato da Marta Abbà il 12 luglio 2015