Giovani e green economy in Sardegna

Progetto Sardegna Leonardo

Tredici settimane a lezione di green economy in aziende e istituzioni del territorio europeo. L’opportunità si apre a 45 giovani neolaureati della provincia di Sassari grazie al Progetto Leonardo da Vinci in collaborazione con l’Università degli Studi di Sassari. Obiettivo: creare un team di protagonisti della ‘svolta verde’ del Nord Ovest Sardegna, e offrire nel contempo ai giovani un’esperienza di primaria importanza nel mercato globale del lavoro.

Il Programma Leonardo da Vinci prevede 45 borse di studio, della durata di 13 settimane, del valore di oltre 2mila euro ciascuna. Tre le condizioni per ottenere la borsa di studio: avere meno di 35 anni, risiedere in uno dei Comuni del territorio provinciale sassarese ed essere laureati in materie tecnico-scientifiche, giuridico-economiche o della comunicazione.

Ad accogliere gli stagisti saranno aziende private e istituzioni pubbliche: 25 borse porteranno in Belgio, 9 verso la Spagna, 6 a Malta e 5 a Cipro. Il finanziamento totale del programma è suddiviso tra fondi europei, pari a circa 145mila euro, e il cofinanziamento della Provincia di Sassari per 50mila euro. Al termine del loro soggiorno di lavoro all’estero, ai partecipanti verrà data la possibilità di sfruttare sul territorio sardo le competenze acquisite.

“Puntare sui giovani – ha dichiarato Alessandra Giudici, Presidente della Provincia di Sassari – è la migliore strategia per raggiungere gli obiettivi dell’Unione Europea in termini di sostenibilità ambientale, alla luce del percorso virtuoso intrapreso con l’adesione da parte della nostra Provincia al Patto dei Sindaci, il Covenant of Mayors”.

Sassari è l’unica Provincia in Italia ad aver ottenuto il coinvolgimento della totalità dei Comuni, 66 su 66, al Patto dei Sindaci. Questo ha facilitato il varo del Progetto Leonardo da Vinci. “I giovani – ha concluso la Giudici – rappresenteranno una risorsa fondamentale per affrontare, in modo innovativo e tecnologicamente avanzato, le sfide che vedono protagonisti i Comuni del Nord Ovest Sardegna”.

Pubblicato da Michele Ciceri il 14 dicembre 2012