Da Marketing a Socialing: si parte da EXPO

European Socialing Forum

Nasce il Socialing ma che cos’è? Un nuovo modello di sviluppo economico e culturale che offre (o si propone di farlo) una risposta concreta ai cambiamenti sociali in atto. La cosa è seria al punto che è stata presentata la 1a edizione dell’European Socialing Forum, un evento che radunerà a Milano esponenti di università, imprese e istituzioni. Appuntamento mercoledì 15 maggio; tra gli ospiti anche Vandana Shiva, nota ambientalista indiana.

Qualche ragionamento, non troppi perché attendiamo il Forum, per inquadrare il Socialing. Il green, per fare un esempio, può essere uno slogan o una cosa concreta; la sostenibilità ambientale un impegno o un’idea del marketing (quel marketing che si crede scaltro): alla lunga è il mercato che tira le somme e chi fa bene vince, chi fa il furbo non va lontano.

Questo succede perché i consumatori sono sempre più istruiti e l’istruzione li fa pensare con la propria testa: nel 1968 ad avere un diploma era il 16% della popolazione, nel 2000 il 22%, nel 2012 il 42% (i dati sono di Remo Lucchi, presidente onorario Gkf Eurisko). Fra 10 anni i diplomati saranno più di 8 su 10 e questo stravolgerà, lo sta già facendo, abitudini, scelte e comportamenti.

Addio allora alla definizione di ‘marketing oriented’, troppo spesso sinonimo di “spremi il cliente come un limone” e  benvenuta quella di ‘socialing oriented’. “Un’impresa socialing oriented – ha detto Andrea Farinet, docente di Marketing alla LIUC di Castellanza e tra i promotori del Socialing Forum – è quella che sa agire su più livelli: migliorare il rapporto prezzo-qualità dell’offerta, sviluppare la responsabilità sociale e ambientale nel territorio dove opera e contribuire, attraverso l’innovazione intelletuale e organizzativa, alla crescita del capitale sociale e al miglioramento della qualità della vita della comunità”.

Il Socialing Forum di Milano è stato organizzato in quattro parti, la prima dedicata alla riflessione: gli eventi ci dicono che la crisi in ato è un punto di svolta, è possibile quando ci sarà un barlume di ripresa riproporre lo stesso modello di sviluppo? La seconda parte è deidicata al confronto con le aziende che hanno già fatto dell’etica una parte importante della loro attività; parteciperanno Sabaf, Coesia, Coop, Poste Italiane e LifeGate.

La terza parte del Socialing Forum è dedicata tutta al ruolo dei new media con la partecipazione di Facebook Italia, Vodafone, SAS Institute, Clouditalia e Oracle. La quarta parte è tutta per EXPO 2015: Milano attende 15-20 milioni di visitatori e sarà l’occasione per  l’Italia di mostrare pregi e qualità della propria filiera agricola (il tema di EXPO è l’alimentazione); partecipano alla discussione Coldiretti, FAI, Slow Food, SWG e Technogym.

Obiettivo dichiarato dell’European Socialing Forum è anche quello di trasformare Milano nella capitale mondiale della salvaguardia della terra coltivata, cominciando dalla firma della Carta Universale dei Diritti della Terra Coltivata. Interessanti anche altri due capitoli della scaletta del Forum: Dal chilometro 0 al chilometro Verde e Dieci Filiere per salvare il mondo. Ne riparleremo…

Pubblicato da Michele Ciceri il 24 aprile 2013