Crepe nelle murature

Crepe nelle murature

Crepe nelle murature: riparazione fai da te in caso di crepe superficiali e stima del danno in caso di crepe profonde nella muratura. Quando preoccuparsi e richiede l’intervento di un esperto. 

Osservando le crepe nei muri di casa, possiamo capire se queste rappresentano un pericolo per la nostra abitazione e se necessitano di un intervento immediato. Qualsiasi crepa nella muratura, anche se ritenuta non preoccupante, necessita di essere monitorata; fanno eccezione le crepe superficiali che coinvolgono solo lo strato di intonaco e che possono essere risolte con opere di fai da te.

Riparazioni crepe muri interni

Quando le crepe sono solo superficiali e riguardano lo strato di vernice e l’intonaco sottostante, queste possono essere riparate con semplici interventi di fai da te. Per informazioni circa la riparazione di crepe su muri interni o su un muro esterno alla casa, vi rimandiamo alle nostre guide:

Crepe nelle murature, cause

Le crepe superficiali, in genere, sono causate da problemi di infiltrazioni idriche, muffa, muschi, condensa, vapori e umidità. Altra causa comunissima delle crepe superficiali riguarda le dilatazioni termiche fra materiali diversi, quindi anche se non avete problemi di umidità in casa ciò non significa che siete immuni dalle crepe sui muri.

Ben differenti sono le cause che portano alla formazione di vere e proprie fessure che si aprono nella muratura. Le crepe nelle murature si formano a seguito di un movimento e la prima valutazione da fare riguarda gli effetti che questo movimento ha avuto sull’intera struttura edilizia. Il movimento non è strettamente di natura sismica, parliamo di cedimenti di componenti della struttura edilizia o addirittura del terreno di fondazione.

Le cause del cedimento di fondazioni che portano alle crepe nelle murature sono diversi anche se la più comune è la siccità. Il terreno, disseccandosi, perde volume generando un abbassamento che si ripercuote sull’intera struttura edilizia.

Se le crepe nelle murature si trovano all’esterno o all’interno, a livello di due differenti fabbricati adiacenti, potrebbe non trattarsi di un caso particolarmente pericoloso ma anche qui vale la pena commissionare una verifica.

Se la crepa si svolge in senso orizzontale e va a formare un arco che coinvolge un intero muro, potrebbe essere preoccupante. Nei casi più a rischio la crepa diventa visibile su entrambi i lati del muro. Altre crepe molto comuni, che si svolgono in senso orizzontale o inclinate, sono quelle  che si formano vicino agli angoli della casa, a seguito di un probabile cedimento proprio in prossimità dell’angolo.

Quando la causa è un sisma (terremoto) le crepe che si vanno a formare possono assumere una caratteristica forma di croce. Anche se la casa non ha subito crolli, è necessaria la perizia di un esperto.

Per avere un parere definitivo e capire se la crepa in questione è preoccupante, è sempre opportuno rivolgersi a un tecnico, tuttavia in questa pagina vi daremo una serie di informazioni utili a farvi fare un primo quadro della situazione.

Crepe sui muri, quando preoccuparsi

Fondamentale è capire se si tratta di una crepa strutturale o meno. Dove si trova la crepa? 

Se la crepa è presente solo su un muro separatorio, è utile esaminare attentamente la pavimentazione per scoprire se vi sono stati degli abbassamenti, soprattutto nei pressi della parete colpita dalla crepa.

Più complesso è il discorso se la crepa si trova su un muro portante, su muri perimetrali oppure sui cosiddetti muri spina. Se la fessura va in profondità e si spinge sulla muratura vera e propria, allora bisognerebbe agire prontamente.

Se la crepa è molto profonda, è possibile che continui ad aprirsi anche con una certa velocità. In questo caso è necessario risalire all’origine del problema.

 

Pubblicato da Anna De Simone il 28 maggio 2016